fbpx

5 curiosità sui Navigli di Milano

Se sei di Milano, conosci sicuramente i Navigli. I suoi ristoranti, bar e pub dominano la Milano da bere.

Ecco 5 curiosità sui Navigli di Milano:

 

Milano nasce con i Navigli

La prima curiosità e legata proprio a alla nascita di Milano.

Il nome della nostra città è il risultato di diverse trasformazioni linguistiche nel tempo.
Milano ha origini celtiche e nasce con il nome Medhelan, ovvero terra fertile.
Con l’arrivo dei greci e dei latini, il luogo viene ribattezzato.

Essendo una città attraversata da innumerevoli corsi d’acqua, i greci decidono di chiamarla Mediolanum, terra tra i fiumi. Milano deve il suo nome ai Navigli!

Curiosità Navigli Milano
Curiosità Navigli Milano

Napoleone meneghino

Ecco una curiosità sui Navigli di Milano tutta francese

Milano, ai primi dell’Ottocento, era sotto il controllo napoleonico.
Ai tempi, la navigazione via acqua era fondamentale per il trasporto di merci e armamenti, e Milano serviva molto bene a questo scopo.

Nel 1805 Napoleone fa costruire un corso d’acqua che sfociava nel Naviglio Pavese, collegando così Milano al mare.
Questo corso è proprio il Naviglio dove noi beviamo un drink il sabato sera!

 

Un porto di rilievo a Milano

Ogni milanese conosce la Darsena: i suoi pontili, la banchina che almeno una volta è stata il nostro punto d’incontro e di chiacchiere, e la chiatta galleggiante sui cui si fanno spesso eventi.

Sebbene ancora oggi la Darsena abbia un ruolo di rilievo a Milano, nel secolo scorso era un porto vitale per la città.
Non è un caso la scelta del nome. Darsena deriva dall’arabo e significa porto!

Da lì viaggiavano le chiatte che importavano sabbia e merci. Dove sta la curiosità, penserete.
E se vi dicessimo che sono state proprio quelle chiatte a trasportare dal Lago Maggiore a qui i marmi che ancora oggi decorano il Duomo?

Curiosità Navigli Milano: la Darsena
Curiosità Navigli Milano: la Darsena

Il Vicolo dei Lavandai

Passeggiando sul Naviglio Grande, avrete sicuramente scorto una vietta particolare con un piccolo canale.
Quella via nasconde alcune curiosità, tutte milanesi!

Conosciuta ad oggi come Vicolo dei Lavandai, questa piccola traversa presenta un canale alimentato dallo stesso Naviglio. Nel secolo scorso era conosciuta come El Fosset, il fossato.

Ancora oggi, ai bordi di questa vietta sono ospitati i cosiddetti Brellin, assi di legno su cui si lavavano i panni.

Perché via dei lavandai? Perché a Milano siamo avanti! I propri panni, giustamente, se li lavavano gli uomini!

Curiosità Navigli Milano: Viale dei Lavandai
Curiosità Navigli Milano: Viale dei Lavandai

I disegni del Da Vinci

Milano deve molto a Leonardo Da Vinci.

Il primo tratto navigabile dei Navigli risale alla seconda metà del Dodicesimo secolo:
durante quel periodo, Milano scambiava frequentemente merci con Como; perciò, era indispensabile ampliare la rete di canali.

Il progetto viene affidato proprio a Leonardo Da Vinci. L’inventore di fama mondiale realizza così un sistema di chiuse per combattere il dislivello della Martesana. Ad oggi, quel sistema di chiuse è intatto e funzionante!

Curiosità Navigli Milano
Curiosità Navigli Milano

Piaciuta questa lista? Quante curiosità conoscevi già?

logo cool in milan
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: