fbpx

Arte, Milano: Max Ernst a Palazzo Reale

Il 4 ottobre, a Milano, arriva la prima retrospettiva in Italia dedicata a Max Ernst (1891-1976), pittore, scultore, poeta e teorico dell’arte tedesco, poi naturalizzato americano e francese.

È Palazzo Reale lo scenario perfetto per ospitare le oltre 400 opere del maestro surrealista, tra cui 80 dipinti  che non venivano esposti da decenni.

Curata da Martina Mazzotta e JürgenPech, la mostra è il risultato di un lungo lavoro di studio e d’indagine che appunto ha consentito di includere tra i prestiti anche lavori e documenti non più visibili al pubblico da molti anni.

Le opere

Le opere d’arte comprendono dipinti, sculture, collage, disegni, gioielli e libri illustrati provenienti da musei, fondazioni e collezioni private, in Italia e all’estero.

Tra le istituzioni prestatrici ci sono: la GAM di Torino, la Peggy Guggenheim Collection e il Museo di Ca’Pesaro di Venezia, la TateGallery di Londra, il Centre Pompidou di Parigi, il Museo Cantini di Marsiglia, i Musei Statali e la Fondazione Arp di Berlino, la Fondazione  Beyeler di Basilea, il Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza di Madrid.

Max Ernst milano
Max Ernst, L’angelo del focolare

L’esposizione intende quasi sfidare i visitatori a cimentarsi in intriganti giochi di percezione, tra armonia ed enigmi impenetrabili, fino a giungere ad un livello oltre la pittura.

Inoltre, vi saranno una serie di eventi collaterali che animeranno il periodo di apertura della mostra. Prima tra tutte, la rassegna su Max Ernst, il Surrealismo e il Cinema realizzata in collaborazione con il MIC, Fondazione Cineteca Italiana.

 

Il percorso espositivo

Il percorso espositivo si apre con un capolavoro che quest’anno compie un secolo, OedipusRex (1922), e racconta la biografia di Ernst raggruppata in 4 periodi della sua vita, a loro volta suddivisi in 9 sale tematiche che svelano diversi approcci interdisciplinari alla sua arte.

Max Ernst milano
Max Ernst, OedipusRex

L’esposizione consentirà ai visitatori di immergersi in un itinerario che ripercorre l’avventurosa storia creativa dell’artista, segnata dai grandi avvenimenti storici del XX secolo e costellata di amori straordinari, nonché di amicizie illustri.

La mostra sarà accompagnata da un catalogo da una guida e da una nuova edizione, editi da Electa, di due lavori di Paola Dècina Lombardi sul movimento surrealista:
Surrealismo1919-1969. Ribellione e immaginazione La donna, la libertà, l’amore. Un’antologia sul surrealismo.

 

La mostrà resterà visitabile dal 4 ottobre 2022 al 26 febbraio 2023. Qui è già possibile acquistare le prevendite dei biglietti della mostra.

logo cool in milan
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: