Guide

Ristoranti

Eventi

SERVIZI

Capodanno a Milano, vietati i botti di fine anno
pasquale esterni
28 Dicembre 2021

Milano, il Comune vietati i botti di Capodanno

Niente botti, fuochi d’artificio, petardi, giochi pirotecnici e barbecue a Milano. Lo ha deciso il Comune con il regolamento per la qualità dell’aria approvato lo scorso anno dal Consiglio e lo ricorda oggi, in vista dell’imminente Capodanno. Il divieto, spiegano da Palazzo Marino, è continuativo in città dall’1 ottobre al 31 marzo e ha una duplice utilità: “Ridurre il Pm10” e “tutelare il benessere dei tanti amici a quattro zampe e di tutta la fauna cittadina“.

Quanto all’inquinamento dell’aria, infatti, secondo i dati di Arpa, “i fuochi d’artificio sono responsabili del 6% del Pm10 presente in città durante l’intero anno”. Un aumento dell’inquinamento che registra un picco proprio nelle ore tra la mezzanotte del 31 dicembre e il mattino del 1 gennaio e che, in questo momento di innalzamento oltre soglia delle polveri sottili nell’aria, va tenuto a bada, spiega l’assessora al Verde meneghina Elena Grandi.

A maggior ragione perchè proprio i botti di Capodanno apporterebbero un consistente contributo alle concentrazioni di Pm10 e Pm2.5 “sia a causa del tipo di combustione sia per la composizione dei botti stessi”.

Capodanno a Milano, vietati i botti di fine anno

Capodanno a Milano, vietati i botti di fine anno

Secondo le stime del Wwf, poi, ogni anno in Italia sono diverse migliaia gli animali che muoiono a causa dei botti di fine anno, di incidente o infarto. Di questi, la maggior parte è costituita da fauna urbana, soprattutto uccelli, ma vi sono anche cani, gatti e altri animali domestici.

Divieto di fumo all’aperto

L’ultimo ‘caveat’ pre-San Silvestro di Palazzo Marino riguarda invece il divieto di fumo all’aperto, disciplinato dallo stesso regolamento. A Milano, infatti, si possono fumare sigarette solo in luoghi isolati: no alle fermate dei mezzi pubblici o in parchi, cimiteri e strutture sportive, come gli stadi.

Sempre secondo Arpa, peraltro, la combustione di tabacco è responsabile del 7% del Pm10 in città. “Questo provvedimento – dichiara Grandi – non vuole essere un banale divieto ai botti, ma vuole sensibilizzare la cittadinanza sui temi della sicurezza e della tutela della salute. Oltre al meteo e alle misure antismog, anche i comportamenti individuali concorrono al miglioramento della qualità dell’aria cittadina“.

Le guide cool più recenti

Guida alle imperdibili tappe di Montevecchia alta

Guida alle imperdibili tappe di Montevecchia alta

3 tappe per visitare Montevecchia Cari amici di Cool in Milan volete scoprire cosa vedere nel pittoresco paese di Montevecchia, un piccolo borgo con soli 2.704 abitanti immerso nel verde della Brianza? Conosciuto per essere sede del Parco Regionale di Montevecchia e...

Minigolf a Milano e provincia: 4 posti da non perdere

Minigolf a Milano e provincia: 4 posti da non perdere

4 campi dove giocare a minigolf a Milano Se siete alla ricerca dei migliori luoghi dove giocare a minigolf a Milano, questa guida fa proprio al caso vostro. Il nostro Cool team è andato alla ricerca dei posti più divertenti per voi. Ecco quali abbiamo scelto.  ...