Guide

Ristoranti

Eventi

SERVIZI

Chagall in mostra al Mudec a Milano
Andrea Mingucci
14 Giugno 2022

Arriva a Milano la mostra su Chagall e sarà presente al Museo Mudec fino al 31 luglio 2022 portando al pubblico opere miste.

Ci sono sia opere grafiche che illustrazioni riguardanti i ricordi di quando l’artista era bambino, specialmente facendo riferimento a Bella Rosenfend, la sua compagna.
I testi di Bella sono stati per lui un’ispirazione continua, soprattutto dopo la sua morte.

 

Chi era Chagall

 

Marc Chagall era un pittore russo il cui nome è stato naturalizzato francese.
Precedentemente al nome francese, era conosciuto in ebraico come Moishe Segal e in russo come Mark Zacharovič Šagal.

Le sue opere sono un intreccio del mondo biblico e di quello ebraico, tenendo sullo sfondo il suo vissuto in Russia.
Nel suo percorso artistico, è stato vicino ad alcuni movimenti come il Cubismo ma prendendone le distanze.

La scuola che gli ha dato un’identità è quella di Parigi ed ha potuto seguire a fondo Amedeo Modigliani.
Accostato al Cubismo soprattutto per l’utilizzo di colori vivaci, era il suo modo di esprimere la felicità.

I suoi lavori, con questi colori brillanti, andrebbero considerati come un’opera all’interno di una chiesa.
I colori utilizzati ricordano appunto quelli riportati sui vetri delle chiese.

Negli anni ’50 l’artista decise di stabilirsi in Francia nella Provenza, da lì il suo nome mutò in quello che noi tutti conosciamo.
Era solito dipingere fino al sorgere del sole con un fare nostalgico, ricordando il suo passato e la sua compagna.
Era inoltre esponente della mail art, l’arte riguardante il mondo postale. Tra le sue opere più importanti infatti sono presenti proprio dei francobolli.

 

Cosa significa la mostra al Mudec di Chagall a Milano

 

chagall milano

 

La mostra, intitolata Una Storia di Due Mondi al Mudec a Milano corre attorno alla vita dell’artista russo che raffigura principalmente la sua gioventù, i paesaggi della sua Vitebsk ricordati con nostalgia. L’intreccio dell’amata Bella già in tenera età, con i suoi ricordi di quand’era nella comunità ebraica. Con l’ulteriore intreccio del filone biblico, influenzato all’arrivo in Francia.
Nelle sue opere non mancano oggetti rituali con riferimenti ebraici, diventati marchio saldo dell’artista.

Per potervi accaparrare il biglietto, correte sul sito del Mudec!

C’è tempo fino al 31 luglio, cosa fai, vai a vedere Chagall al Mudec a Milano?

Le guide cool più recenti

LA PICCOLA PARIGI DI MILANO: TRA STORIA E CURIOSITÀ

LA PICCOLA PARIGI DI MILANO: TRA STORIA E CURIOSITÀ

Parigi, "la Ville Lumière", quanti di voi sognano di andarci? Quanti, invece, ci sono già stati e sperano di tornarci presto? Per chi tra di voi ha il desiderio di respirare l'aria di ruralità che si trova nelle strade di tipo Parigino ma non ha modo di andarci,...

Milano tra le righe delle canzoni più belle di sempre

Milano tra le righe delle canzoni più belle di sempre

Conoscete le canzoni su Milano? Non sei un vero milanese se non conosci tutte le canzoni su Milano che hanno fatto la storia. Dalle romantiche fughe a quelle più avventurose, fino alle notti davanti al Duomo, ogni canzone racchiude dentro di sè un ricordo speciale....