Dalla riapertura di lunedì 18 maggio sembra che i bar e i parrucchieri abbiamo ritoccato verso l’alto i prezzi.

Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, ha segnalato di continuare a ricevere segnalazioni da parte dei consumatori che lamentano come il caffè sia passato da novanta centesimi a un euro, e il cappuccino da 1,20 euro a 1,40 euro. Anche se nel centro di grandi città, come Milano, si è arrivati anche a 2 euro.

Pasquale Marcone