Torna l’incubo coronavirus in Cina dopo il nuovo focolaio di coronavirus emerso nel mercato di Xinfadi a Pechino, il più grande della capitale per i generi alimentari.

Altre dieci aree residenziali sono state messe in quarantena. Lo rende noto il sindaco della città cinese, dove sono stati registrati 36 nuovi casi nelle ultime 24 ore.

Si tratta di cifre che non si vedevano da oltre due mesi, a dimostrazione del fatto che il Covid-19 può riprendere vigore quando vengono allentate le misure restrittive. Per questo altri dieci quartieri residenziali della capitale cinese – che conta oltre 20 milioni di abitanti – sono stati messi in isolamento: a Pechino sono così in totale 21 le aree tornate in lockdown. Inoltre sono state fermate nuovamente le attività sportive e gli eventi culturali.

Pasquale Marcone