fbpx
Coronavirus, fuga da Londra: presi d’assalto stazioni e aeroporti prima dei nuovi divieti

Coronavirus, fuga da Londra: presi d’assalto stazioni e aeroporti prima dei nuovi divieti

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Fuga da Londra

 

Migliaia di persone “hanno sfidato il governo’ e sono fuggite da Londra prima che alla mezzanotte scattasse il lockdown nella capitale britannica e nel sud-est dell’Inghilterra, affollando le stazioni e congestionando il traffico sulle strade in uscita.

Lo scrive il tabloid The Sun, che descrive alcune stazioni londinese come “zone di guerra”.

Malgrado il capo dell’autorità sanitaria dell’Inghilterra, Chris Whitty, avesse ieri invitato gli inglesi a “disfare i bagagli, se li hanno fatti” proprio per evitare folle e assembramenti dopo l’annuncio ufficiale del lockdown da parte del primo ministro Boris Johnson, “in poche ore si sono create lunghe code sulle strade in uscita da Londra, specialmente sull’A40 verso ovest, e caotici affollamenti ai terminali ferroviari di persone che cercavano di evitare le nuove, dure restrizioni”, scrive il Sun.

“In poche ore – ha scritto il tabloid Sun – si sono create lunghe code sulle strade in uscita da Londra, specialmente sull’A40 verso ovest, e caotici affollamenti ai terminali ferroviari di persone che cercavano di evitare le nuove, dure restrizioni”.

E così alla stazione di St. Pancras “centinaia di persone sono state filmate mentre correvano in direzione delle barriere per salire sui treni che lasciavano la capitale”. Scene caotiche anche a Paddington e King’s Cross.

Dalla mezzanotte quando è scattato il lockdown, la polizia è schierata in forze nelle stazioni e lungo le strade in uscita dalla capitale britannica per impedire l’esodo.

Il ministro alla Sanità, Matt Hancock, ha anche definito come “totalmente irresponsabili” quei londinesi fuggiti nella notte dal ‘tier 4’, il livello massimo di restrizioni anti-virus, incuranti di ogni regola di distanziamento sociale.

Ha anche detto che le nuove restrizioni introdotte nel Regno Unito contro il Covid-19 potrebbero durare mesi: “Ora che sappiamo con quale velocità si diffonde questa nuova variante del virus, sarà molto difficile tenerlo sotto controllo fino a quando il vaccino non sarà ampiamente distribuito” nel Paese.

“Si intravede la luce in fondo al tunnel, ma ci aspettano mesi difficili”, precisando che il governo, a fronte del virus mutato, ha agito “tempestivamente” e chiesto a chi vive nelle regioni in Tier 4 “di comportarsi come se avessero già il Covid“.

Coronavirus, fuga da Londra: presi d’assalto stazioni e aeroporti prima dei nuovi divieti
Coronavirus, fuga da Londra: presi d’assalto stazioni e aeroporti prima dei nuovi divieti ANSA

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
condividi
Condividi su linkedin
condividi
logo cool in milan
Scarica l' App

CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan

LEGGI ANCHE: