fbpx

Covid, Draghi: “Zone gialle e riaperture dal 26 aprile”

“Dal 26 aprile tornerà la zona gialla e scuole riapriranno completamente in presenza nelle zone gialle e arancione”.
Lo ha annunciato il premier Mario Draghi all’inizio della conferenza stampa di questo pomeriggio a Palazzo Chigi.

Secondo quanto emerso dalla cabina di regia, ripartono le attività legate a sport e spettacolo, sempre all’aperto.
Per le attività al chiuso come cinema e teatri, saranno consentite nel rispetto delle limitazioni di capienza.
Tornano in presenza scuola e università, tranne che nelle zone rosse.
Tuttavia, rimane in vigore il coprifuoco fino alle 22, non sarà posticipato come chiesto dalle regioni.

Nella conferenza stampa di oggi del premier Mario Draghi, dopo la riunione della cabina di regia del governo, si sono affrontate diverse tematiche.

Dopo le richieste delle Regioni in vista di un allentamento delle misure restrittive in programma a maggio, Draghi nel vertice ha messo a punto un nuovo programma alla luce dei dati emersi dal monitoraggio ISS – Ministero Salute (indice Rt nazionale in calo a 0.85 e diminuzione della pressione sulle terapie intensive).

L’obiettivo è disegnare un percorso graduale per la ripartenza del Paese, come ha dichiarato Draghi, il rispristino delle zone gialle sarà anticipato:

“Penso che si possa guardare al futuro con prudente ottimismo e con fiducia.
Le decisioni di stamattina sostanzialmente anticipano al 26 aprile l’introduzione della zona gialla.
C’è un cambiamento rispetto al passato.
Si dà precedenza alle attività all’aperto e alle scuole.
Le scuole riaprono in presenza nelle zone gialle ed arancioni, nelle zone rosse in parte in presenza e in parte a distanza.
Il governo ha preso un rischio ragionato, con i dati in miglioramento.
Un rischio, che sicuramente incontra le aspettative dei cittadini, e che si fonda su una premessa: i provvedimenti, quale l’obbligo delle mascherine, devono essere osservati.
In questo modo questo rischio ragionato si traduce in un’opportunità straordinaria”. (…)

“Si può guardare al futuro con prudente ottimismo e fiducia, ma bisogna mantenere comportamenti corretti”.

Tornano le zone gialle

Da quanto emerso dalla cabina di regia, la data dovrebbe essere il 26 aprile, con l’introduzione di un ‘giallo rafforzato’.
Sempre dal 26 aprile i ristoranti riaprono anche anche la sera, ma solo all’aperto.

Via libera anche per sport e spettacolo nelle aree a basso contagio da Covid, sempre all’aperto.
Per quanto riguarda le attività al chiuso come cinema e teatri, saranno anche queste consentite nel rispetto delle limitazioni di capienza fissati per le sale dai protocolli anti contagio.

Dal 26 aprile in zona gialla e arancione dovrebbero poi riaprire in presenza tutte le scuole, anche le superiori.
In zona rossa lezioni in presenza fino alla terza media e alle superiori l’attività dovrebbe svolgersi almeno al 50% in presenza.
Secondo quanto si apprende, dovrebbero tornare in presenza anche le università.

logo cool in milan
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: