Covid: sospensione del lavoro e dello stipendio per i no vax

Il dibattito riguardo la leicità o meno dei lavoratori che non si sono sottoposti al vaccino contro il Covid è attuale.

Il giudice di Modena a favore

L’ultima, in ordine di tempo, è una recente ordinanza emessa dal Tribunale di Modena.
Il giudice si è pronunciato su un ricorso presentato da due fisioterapiste di una Rsa, che erano state sospese dal posto di lavoro perché non vaccinate contro il coronavirus.
Secondo il giudice, il datore aveva il diritto di sospendere entrambe le lavoratrici.

La vicenda è avvenuta prima dell’approvazione del decreto che, lo scorso maggio, ha imposto l’obbligo di vaccinazione per i lavoratori sanitari (art 4 Dl 44/2021).
L’ordinanza di Modena, come ricostruito dal Sole24Ore, evidenzia che il datore di lavoro si pone come “garante della salute e della sicurezza dei dipendenti e dei terzi che per diverse ragioni si trovano all’interno dei locali aziendali”.

 

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie