Il Covid infatti avrebbe rallentato sensibilmente la produzione dei diversi componenti, spingendo l’azienda guidata da Tim Cook al rinvio.

Ma ormai manca pochissimo alla presentazione del telefono più atteso del 2020.

Secondo i rumors dei più accreditati utenti siamo di fronte a un cambio radicale nel design per lo smartphone più atteso del 2020. Dovrebbero essere tre le dimensioni fra cui scegliere: quella di mezzo, da 6,1 pollici, dovrebbe essere la prima ad essere disponibile, mentre successivamente dovrebbero aggiungersi una versione da 5,4 e una gigantesca da 6,7 pollici.

I modelli top di gamma di iPhone 12 – ma non è escluso che sia una caratteristica disponibile per tutti i modelli che verranno presentati – saranno 5G ready. Prezzi?

come sempre saranno abbastanza alti: si dovrebbe partire da circa 650 dollari per arrivare a sfiorare i 1.400.

Apple conferma l’importanza sempre crescente della fotocamera.

Quasi certamente verrà replicata la già nota suddivisione delle fotocamere: due per i modelli di bassa gamma, tre per quelli di maggior costo. Questi ultimi poi saranno arricchiti dal sensore LiDAR, che utilizza la tecnologia laser per calcolare meglio le dimensioni e le distanze degli oggetti che ci circondano e che stiamo inquadrando. E, dopo tante generazioni “bloccate” su un sensore da “soli” 12 megapixel, finalmente anche Apple dovrebbe fare il grande salto, passando a un modulo da 64. Ancora pochi però, soprattutto se confrontati con i 108 megapixel offerti dal Samsun Galaxy S20 Ultra. Anche la memoria disponibile sarà maggiore, da 128, 256 o 512 gigabyte.
Grandi novità anche per quanto riguarda lo schermo: tutti gli iPhone 12 monteranno un display Oled Super Retina, con i top di gamma che avranno a disposizione anche l’XDR che già è montato sul melafonino 11 e che viene considerato il miglior display attualmente in circolazione.

Alessandro Di Tommaso