fbpx
Galleria Vittorio Emanuele II di Milano. ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO

Dior firma un contratto da 5 milioni di euro e arriva in Galleria Vittorio Emanuele a Milano

Condividi su:

Dior ha preso il posto di Versace in Galleria

 

Un segnale di ripresa post-Covid. A Palazzo Marino lo interpretano così. Dior ieri ha firmato il contratto che impegna il marchio francese di alta moda a pagare al Comune un affitto annuo di 5.050.000 euro per lo spazio in Galleria Vittorio Emanuele attualmente ancora occupato da Versace.

Si tratta di tre vetrine e 253 metri quadrati affacciati sull’Ottagono, uno dei locali più prestigiosi del Salotto dei milanesi. Uno spazio che era stato assegnato con un’asta all’incanto da record lo scorso 17 febbraio: Dior aveva prevalso dopo 38 rilanci al termine di una battaglia contro altri due marchi transalpini: Saint Laurent, che era arrivato a offrire 5 milioni di euro, ed Hermes.

Dallo scorso febbraio fino a qualche giorno fa, però la presa di possesso dello spazio in Galleria da parte di Dior non si era ancora concretizzata.

«Rialzi notevoli che confermano la validità del meccanismo dell’asta all’incanto.

Si tratta del primo esperimento del genere tra gli enti pubblici italiani, possibile per l’attrattività internazionale della Galleria Vittorio Emanuele II», ha sottolineato in una nota Palazzo Marino.

Dior ha preso il posto di Versace in Galleria
Dior ha preso il posto di Versace in Galleria
Condividi su:
Condividi su facebook
condividi
Condividi su linkedin
condividi
logo cool in milan
Scarica l' App

CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan

LEGGI ANCHE: