Dpcm di marzo: spostamenti, negozi, ristoranti, viaggi, seconde case, alcolici fino alle 22

È stato firmato dal Presidente Mario Draghi il nuovo Dpcm in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, con misure valide anche per Pasqua. Obbligo di mascherina e mantenimento della distanza, divieto di assembramento e coprifuoco dalle 22 alle 5: il nuovo Decreto non sembra dunque cambiare molto dall’attuale.

Il Dpcm “prova a mantenere un impianto di conservazione delle misure essenziali che sono vigenti. Viene confermato il modello di divisioni in aree che corrispondono a colori“, ha spiegato il ministro Roberto Speranza, durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi.

“Noi riteniamo che differenziare i territori sia la strada giusta perché ci permette di dare la risposta più idonea ad ogni segmento” del Paese”.

Il governo sta mettendo in atto soluzioni che mirino a contenere la “variante inglese“:”la variante inglese ha una particolare capacità di penetrazione nelle fasce più giovani.

Questo ci ha portato a determinare che in area rossa le scuole di ogni ordine e grado saranno in Dad, così come nei territori dove il tasso di incidenza” del virus “è pari o superiore a 250 ogni 100mila abitanti”, ha sottolineato il ministro della Salute.

Una possibile riapertura dopo il 27 marzo

La programmazione del governo prevede regole valide per un mese, anche se per i cinema e teatri si apre uno spiraglio fissato al 27 marzo. Quel giorno, se la curva epidemiologica lo consentirà, le sale potranno infatti essere riaperte al pubblico.

Ecco di seguito un riepilogo delle regole del nuovo Dpcm:

DPCM
DPCM

 

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie