È morto improvvisamente a Milano Andrea Poffe, 40 anni, imprenditore e fondatore della palestra Zero Gravity. Aveva studiato ad Harvard e ottenuto un incarico prestigioso a Wall Street, poi la scelta di cambiare vita e provare a realizzare il suo sogno. Tornato a casa, nel 2017 aveva fondato l’innovativo centro sportivo dedicato alle discipline acrobatiche, agli sport di freestyle e al parkour. Poffe è morto per cause non legate al coronavirus.

La scomparsa, avvenuta qualche giorno fa, è stata annunciata dalla pagina di Zero Gravity con un post. “Nessuna parola riesce ad esprimere il dolore che ci ha colti alla notizia della sua scomparsa. Andrea, l’uomo e l’amico, ci ha lasciato. Una persona perbene, che ha fatto della propria passione per lo sport non solo una professione, ma un punto di riferimento per le nuove generazioni, uno spazio in cui ognuno può sentirsi parte di una grande famiglia – si legge – Gli saremo per sempre riconoscenti per quello che ha fatto: la sua umanità, responsabilità e visione imprenditoriale devono essere per noi un esempio per continuare ad andare avanti uniti. Questo sarà il modo migliore per onorare la sua memoria. Oltre a lasciare un vuoto incolmabile in Zero Gravity, Andrea lascia una incredibile famiglia alla quale ci stringiamo tutti con grande affetto”.

Pasquale Marcone