È nata ieri all’ospedale Buzzi di Milano Giulia, la figlia di Mattia, il “paziente 1”, il dipendente dell’Unilever residente a Codogno ritenuto il primo caso accertato di Coronavirus in Italia. Venne ricoverato la sera del 19 febbraio scorso nel presidio ospedaliero della cittadina e poi trasferito nel reparto di rianimazione del San Matteo di Pavia.

La moglie, Valentina, era risultata anche lei positiva ed era stata ricoverata in osservazione e poi dimessa dal Sacco di Milano. Mattia è guarito dopo una lunga degenza in terapia intensiva ed è stato dimesso dal San Matteo di Pavia lo scorso 23 marzo.

La vita finalmente trionfa.

Uniti ce la faremo

Pasquale Marcone