A Milano potranno tornare a essere venduti alcolici e superalcolici d’asporto anche dopo le 19.

Beppe Sala ha revocato l’ordinanza scattata meno di dieci giorni fa, lo scorso 26 maggio, emanata per evitare gli assembramenti ai Navigli, una delle aree nevralgiche della movida milanese. Il sindaco di Milano, come si legge nei canali ufficiali del comune, “revoca con effetto immediato l’ordinanza 30/2020.

Pertanto da oggi stesso tutti i locali della città meneghina sono liberi di vendere qualsiasi tipo di alcolico da asporto anche dopo le 19, senza il coprifuoco preventivo.

Nel periodo di divieto – precisa il Comune – sono state fatte solo 8 multe e la stessa polizia locale, in una relazione, avrebbe dato atto del corretto comportamento dei milanesi anche per quanto riguarda l’uso della mascherina.

Ovviamente, nell’ottica che il coronavirus non è scomparso e che la pandemia è ancora in atto, Beppe Sala ha messo le mani avanti. “Rimane salva l’adozione di eventuali e successivi provvedimenti, in considerazione dell’evolversi della diffusione epidemiologica del virus Covid-19, delle verifiche periodiche sull’osservanza dei divieti e di eventuali nuove decisioni”, si legge ancora nel testo

Pasquale Marcone