Le riaperture nella fase 2 dell’emergenza coronavirus verranno spalmate su quattro lunedì: si parte il 27 aprile con la ripartenza di fabbriche di macchine aziendali. Gli ultimi saranno bar e ristoranti, che riapriranno i battenti dal 18 maggio, ma solo se la curva dei contagi non risalirà ancora. Per gli spostamenti tra una regione e l’altra si dovrà attendere l’ultima settimana.

Per quanto riguarda parrucchieri e centri estetici non ci sono ancora certezze. In base all’andamento dell’epidemia la riapertura di questi servizi potrebbe slittare al 18 maggio. Quel che è certo è che si potrà andare solo su appuntamento, prenotando in anticipo. Si pensa a una sanificazione degli ambienti anche più volte al giorno, e alla collocazione dispenser all’ingresso e vicino alle casse. Parrucchieri ed estetisti dovranno disinfettare gli strumenti di lavoro e indossare i dispositivi di protezione.

Lunedì 18 maggio potrebbero infine riaprire bar e ristoranti, gli ultimi nella lista. Ma le misure di sicurezza per il clienti saranno molto stringenti: un metro di distanza dal bancone, due metri tra i tavoli, mascherine e guanti per i camerieri.

Pasquale Marcone