Centinaia di ragazzi sui Navigli, folla nei parchi: la ‘fase due’ è già caos
Ma il suo monito sembra essere caduto nel vuoto. Un inizio ordinato dopo l’allentamento del lockdown aveva fatto ben sperare, ma sono bastati pochi giorni perché la situazione degenerasse. Nella serata di giovedì 7 maggio le alzaie dei Navigli e la Darsena erano affollate di ragazzi a passeggio o con la birra in mano, molti dei quali senza mascherina. Nel pomeriggio, soprattutto nel centro città, molti parchi si sono riempiti di famiglie e gruppi di amici, nonostante il divieto di stazionare sull’erba e sulle panchine. Immagini che hanno fatto esplodere le polemiche sui social e non solo. Tra chi si chiede perché non ci stiano più controlli e le regole imposte non vengano fatte rispettare.

Fontana: “Prima di decidere le riaperture vediamo i dati” – Frena sulle riaperture il governatore Attilio Fontana, che spiega: “Prima di poter parlare di dati per la riapertura bisogna vedere i dati”. E avverte che “su questa fase 2 si è posta troppa enfasi. Adesso dobbiamo capire gli effetti di questa prima riapertura e poi decidere i passi successivi”. 

Pasquale Marcone