Il numero di persone che si ammalano “è gravemente sceso”. Comunque se “dovessimo registrare una ricaduta sapremmo come affrontarla.”Lo dice l’assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera, in un’intervista a Qn. Il modello Lombardia, “che molti criticano, ha consentito di salvare migliaia di vite. A febbraio e marzo, quando gli ospedali rischiavano il collasso, la sinergia pubblico-privato ha permesso di portare da 800 a 1.800 i posti in terapia intensiva e da 1.000 a 12.000 quelli in pneumologia”.

Rispetto all’inchiesta giudiziaria sull’ospedale in Fiera, Gallera la giudica “una vicenda paradossale”. Se la curva dei contagi non fosse scesa e “non avessimo allestito quell’ ospedale oggi saremmo attaccati”.

C’è “una campagna orchestrata artatamente”. Questa vicenda “mi ha segnato. Sta montando una campagna d’ odio”.

Pasquale Marcone