I fiori a Sanremo solo per le donne: galanteria o bigottismo?

Il gesto di ieri sera di Francesca Michielin nei confronti di Fedez fa pensare come sia necessario un cambio di prospettiva in Italia: la cantante porge i fiori a lei offerti al compagno di avventura.
“Io e Fede facciamo una sera ciascuno, stasera i fiori vanno a lui” ha spiegato Francesca. Poco dopo Manuel Agnelli ha ricevuto a sua volta i fiori da Victoria dei Maneskin e poi… L’indomani Francesca Michielin commentando la scelta: “È una cosa normale nella mia famiglia regalare fiori agli uomini. Non dovremmo stupirci”.

Francesca Michielin porge i fiori a Fedez
Francesca Michielin porge i fiori a Fedez

Il gesto è stato imitato dai colleghi: il frontman Damiano dei Maneskin li porge a Manuel Agnelli e non alla collega Vittoria. Un’altra dimostrazione sono quei fiori donati, ieri, a La rappresentante di lista, la band più queer del panorama mainstream dove la libertà sessuale è d’obbligo.

La rappresentante di lista
La rappresentante di lista

Un’edizione definita contemporanea, indie, dove Achille Lauro si esibisce nel suo “genderless”, può ancora sottostare ai dettami ipocriti in cui i fiori sono solo e soltanto per le donne?

Ed è proprio Achille Lauro, che lotta contro le etichette di genere ad essere il protagonista di una gaffe con il conduttore Amadeus: alla fine dell’esibizione i fiori sono stati offerti alla giornalista Francesca Barra e non al cantante di Bam Bam Twist.
“Importantissimi vero?”
La frecciatina è arrivata forte e chiara al direttore artistico.

 

logo cool in milan
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: