fbpx
Il Festival di Sanremo 2021 in onda dal 2 al 6 marzo senza il "pubblico"

Il Festival di Sanremo 2021 andrà in scena dal 2 al 6 marzo senza il “pubblico” in sala

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il Festival di Sanremo 2021 andrà in scena senza pubblico

 

Il responso ufficiale è giunto al termine di una riunione tra i vertici Rai, il direttore artistico e conduttore della kermesse Amadeus e l’amministratore delegato Fabrizio Salini. Dal 2 al 6 marzo, su Rai Uno, andrà in scena quindi la 71esima edizione del Festival di Sanremo.

Achille Lauro a Sanremo 2020 Fonte quotidiano.net
Achille Lauro a Sanremo 2020 Fonte quotidiano.net

E il pubblico all’Ariston?

“Una cosa è certa, scontata per loro e per noi: non sarà un evento pubblico e questo è evidente. L’attuale Dpcm, in vigore fino a 5 marzo, al massimo resterebbe fuori soltanto la serata finale del 6, non consente spettacoli aperti al pubblico nei teatri e nei cinema anche all’aperto. Quindi, non c’è alcuna ipotesi di presenza di pubblico né pagante, né su inviti”.

A dichiararlo è il prefetto di Imperia Alberto Intini, che oggi ha incontrato la Rai per iniziare a discutere del piano sicurezza per il prossimo Festival di Sanremo (2-6 marzo 2021). Un incontro preliminare della durata di circa un’ora.

Sanremo 2020, Elodie  - Il Mattino.it
Sanremo 2020, Elodie – Il Mattino.it

Certo, conciliare esigenze televisive e sanitarie non sarà un’impresa semplice. Considerando intanto che l’Ariston è un teatro piuttosto piccolo, una splendida bomboniera. Che dovrà ospitare gli spettatori, i cantanti in gara ma, soprattutto, i musicisti dell’orchestra. Insomma, i protocolli dovranno essere necessariamente rigidissimi. Allo studio già in questi giorni, per venire presto sottoposti alle autorità competenti che dovranno dare l’eventuale via libera.

Ecco i cantanti in gara

Sanremo 2021 |La nave da crociera

Intanto sono tante le ipotesi sul tavolo. La più suggestiva è, sicuramente, quella della nave da crociera pronta a ospitare l’intero pubblico dell’Ariston, con la creazione di due “bolle” separate. Il pubblico, quindi, sarebbe traghettato tutte le sere dalla nave alla sala del teatro e viceversa. Un’ipotesi suggestiva, certo, ma che appare quantomeno fantascientifica. Cosa accadrebbe all’emergere di un caso? Come sarebbero scortati gli spettatori dalla nave al teatro e dal teatro alla nave, per evitare qualsiasi contatto con il mondo esterno?

Rispetto del protocollo Covid con tamponi quotidiani

Altra ipotesi, ben più probabile, consiste nell’esecuzione di un tampone tutti i giorni, con l’esito negativo condizione essenziale per essere ammessi a teatro. Quello che, di fatto, avviene già nelle trasmissioni televisive. Quando l’ammissione davanti alle telecamere, spesso a volto scoperto, è subordinata all’esibizione del tampone dall’esito negativo.

Ipotesi sul tavolo e da vagliare con attenzione. Quel che è certo è che Sanremo 2021 non sarà come i Festival a cui eravamo abituati. Con le folle oceaniche ad attendere i cantanti fuori dal teatro o all’esterno del Casinò. Con i ragazzi in attesa per ore fuori dagli alberghi, solo per un autografo o un saluto “rubato” al volo. Non sarà come tutti gli altri. Ma, poco male, perché Sanremo è Sanremo.

Condividi su facebook
condividi
Condividi su linkedin
condividi
logo cool in milan
Scarica l' App

CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan

LEGGI ANCHE: