Il Presidente della Repubblica Mattarella inaugura il Salone del Mobile

Mattarella inaugura il Salone del Mobile

«Sto violando il programma convenuto – ammette il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella –. Il mio intervento non era previsto. Ma desidero esprimere il mio apprezzamento e augurio per il Salone del Mobile, un appuntamento di grande importanza, punto di riferimento mondiale per un settore in cui il nostro Paese è avanguardia».

Con queste parole il capo dello Stato ha dato il via ufficialmente al Supersalone, l’edizione speciale del Salone del Mobile in corso alla Fiera Milano di Rho fino a venerdì. Una prima giornata che, a detta di molti imprenditori, è stata «superiore alle attese» per afflusso di pubblico.

Sono stati 30mila i biglietti staccati solo il primo giorno (le attese erano di 50mila per tutti e sei i giorni), di cui la metà di visitatori esteri. E girando tra i padiglioni, la quantità di visitatori è innegabile. Si tratterà, nei prossimi giorni, di capire quanti di questi siano semplice pubblico del weekend e quanti invece visitatori professionali.

Il Presidente della Repubblica Mattarella inaugura il Salone del Mobile
Il Presidente della Repubblica Mattarella inaugura il Salone del Mobile
Al via dopo le incertezze

«Questa occasione, che raccoglie coraggio di impresa, creatività, fantasia e cultura è di straordinario significato in questo momento del Paese per il suo rilancio e la sua ripresa. E in questo si esprime anche il ruolo della Fiera di Milano, punto di raccordo che consente la proiezione del nostro Paese verso i mercati internazionali, ma anche la sollecitazione del mercato interno per riprendere attività con pienezza e con successo».

La presenza di Mattarella a questa inaugurazione non è solo una formalità. È la testimonianza dell’importanza di questo evento per il settore dell’arredamento (una delle eccellenze del made in Italy, con 21 miliardi di euro di fatturato alla produzione nel 2020), ma anche per la ripartenza di Milano e del Paese.

Ma soprattutto, la sua decisione di presenziare a questa giornata è stata determinante per convincere le imprese e gli organizzatori del Salone a confermare l’appuntamento con la fiera, quando lo scorso aprile anche l’edizione 2021 era stata messa in forse, dopo l’annullamento del 2020, causa pandemia.

La ripartenza grazie al coraggio

Lo stesso Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo, l’associazione che rappresenta le aziende del settore, ammette le difficoltà che hanno preceduto questo evento: «Se siamo qui a inaugurare la più importante fiera internazionale del design significa che, tutti insieme, abbiamo lavorato affinché questo miracolo della ripartenza si realizzasse – spiega Feltrin –.

La presenza del presidente qui, oggi, testimonia la bontà della scelta che abbiamo fatto. Abbiamo avuto delle lecite incertezze, prima di confermare l’edizione di settembre. ma alla fine il coraggio di accettare la sfida ha prevalso».

logo cool in milan
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie