Massimo Galli, primario infettivologo dell’Ospedale Sacco di Milano di è espresso sul rischio di un nuovo contagio durante un’intervista a Sky tg24.

“A livello generale non siamo davanti a un dato che può far pensare a una ripresa delle infezioni successiva alla riapertura”. Secondo Galli “quelli che ancora si vedono in Lombardia” non sono “casi avvenuti ieri o oggi, ma dovuti a infezioni avvenute diverso tempo fa, alcune delle quali successive alla chiusura in casa dei lombardi, con possibile trasmissione nelle mura domestiche perché abbiamo chiuso in casa anche gente con l’infezione, quindi a livello generale non siamo davanti a un dato che può far pensare a una ripresa delle infezioni successiva alla riapertura”. L’esperto ha però ribadito la necessità di dover fare molta attenzione a quello che succederà nei prossimi giorni.

Pasquale Marcone