fbpx
bottega veneta instagram

L’addio di Bottega Veneta dai social.

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Bottega Veneta lascia i social. 

Bottega veneta
Siamo appena entrati nel 2021, e la cultura presente oggi raccoglie critiche continue alla cosiddetta “cultura da influencer”
, poiché si sta spargendo una generalizzata presa di coscienza delle conseguenze per la salute mentale dell’utilizzo prolungato dei social media. Per molti di noi, la quantificazione settimanale delle ore trascorse davanti ai vari schermi è un promemoria che ci fa riflettere su quanto – collettivamente – facciamo affidamento su questi universi virtuali. Ma non tutti scelgono di far parte della folla.

Nei circoli della moda, la nozione stessa che alcuni dei talenti più noti del settore non desiderino essere personalità (social) mediatiche è sufficiente per alimentare il glamour. Un esempio? Le fan page come @MaryKateAndAshleyO,  che pubblicano scatti dei paparazzi delle gemelle Olsen, eppure le fondatrici di The Row hanno deciso già tempo fa di proteggersi da qualsivoglia tempesta (social) mediatica.

“Non navighiamo quel grande oceano che sono i social media e non abbiamo Facebook. Non ci siamo mai relazionate ai nostri fan in quel modo”, dichiarò Ashley Olsen nel 2017. “Siamo rimaste piuttosto protette in quel senso”.

ADDIO AI SOCIAL

Ora è il turno di Bottega Veneta, la quale ha staccato la spina da Instagram, Facebook e Twitter. Lo stilista del brand, Daniel Lee, non ha un profilo Instagram e, nel tempo libero, preferisce godersi spettacoli di danza classica e contemporanea. Avete bisogno di altri indizi che dimostrino la sua passione per l’era pre-internet? Ecco cos’ha dichiarato:

“È stato bello crescere nell’era pre-Instagram: ci divertivamo molto”, dichiarava Lee nel numero di Ottobre 2019 di Vogue UK. “Sarà interessante vedere cosa accadrà in futuro. Io credo che ci sarà un ritorno alla privacy. Lo spero davvero”.

Fonte: Vanityfair.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
condividi
Condividi su linkedin
condividi
logo cool in milan
Scarica l' App

CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan

LEGGI ANCHE: