Lombardia, Fontana annuncia: “Vaccini direttamente in azienda”

Lombardia: Vaccini anti Covid anche in azienda

lombardia vaccini

 “In Lombardia vaccinazione ai lavoratori direttamente in azienda”.

Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione, Attilio Fontana, insieme alla vicepresidente Letizia Moratti e all’assessore allo sviluppo economico Guido Guidesi.

La dichiarazione è avvenuta in seguito all’approvazione del protocollo di intesa tra Lombardia, Confindustria, l’Associazione nazionale medici lavoro e Confapi.

“Questa mattina in giunta abbiamo approvato il protocollo d’intesa
tra la Regione Lombardia, Confindustria, l’Associazione nazionale dei medici del lavoro e Confapi
per dare la possibilità, alle aziende che aderiranno, di vaccinare direttamente i propri dipendenti e
di vaccinarli all’interno delle proprie aziende.

Ci sono una serie di condizioni per poter aderire, il protocollo inizierà ad avere valore
quando inizierà la vaccinazione massiva che si basa sul rispetto delle priorità del piano nazionale
dei vaccini.

È un rafforzamento della nostra capacità di vaccinare”.

La Lombardia lancia un progetto pilota per estendere la campagna di vaccinazione anti Covid alle aziende lombarde:
si tratta del primo in Italia di questo genere, nonostante il protocollo d’intesa non abbia ancora l’adesione dei sindacati.

La delibera ha definito i principi generale di un piano che si attiverà solo in fase di vaccinazione di massa.

Gli altri interventi

La Moratti ha specificato che l’accordo servirà a creare un canale parallelo agli altri esistenti,
consentendo da un lato di alleggerire il settore pubblico e privato perché le aziende opereranno con il loro personale medico e
allo stesso tempo, si raggiungerà l’obiettivo importante di mettere in sicurezza i lavoratori delle imprese.


Anche Bonometti, Presidente di Confindustria, ha espresso l’approvazione al progetto:

“Confindustria Lombardia apre le porte delle fabbriche e
condivide con le istituzioni questo progetto per le vaccinazioni.

Gli industriali lombardi, come nelle prima fase quando avevano messo a punto il protocollo ‘anticontaminazione’ per i luoghi di lavoro,
anche questa volta, hanno dimostrato di avere a cuore la salute dei lavoratori.
Vogliamo dare questa opportunità e questo servizio”.

Quanto ai dubbi espressi dai sindacati si dichiarano convinti che, nelle settimane a venire,
andranno a condividere con loro il protocollo operativo con la massima apertura e disponibilità, al fine di affrontare insieme la questione.

Il presidente degli industriali lombardi ha, così, concluso:

“Abbiamo già raggiunto un numero importante di aziende e
possiamo vaccinare dai 300 mila ai 400 mila lavoratori,
in poco tempo potremmo arrivare a cifre più importanti
se le vaccinazioni si potranno allargare ad esempio anche ai familiari”.

lombardia vaccini

Vaccini ai pazienti fragili

Il direttore generale del Welfare di Regione Lombardia Giovanni Pavesi, ha annunciato che, dalla prossima settimana,
i reparti degli ospedali lombardi, aventi in carico i pazienti fragili, inizieranno a vaccinarli.

Inoltre, ha precisato che si utilizzeranno i vaccini sviluppati da Pfizer:

“A loro destineremo specificamente Pfizer,
che al momento è l’unico vaccino adatto a questa categoria di persone,
che dalla nostra stima riguarda dalle 350 a 400mila lombardi.

Abbiamo deciso di vaccinarle all’interno delle strutture ospedaliere affidandoci ai reparti
dove sono in carico per una questione di sicurezza e di protezione”.

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: