Guide

Ristoranti

Eventi

SERVIZI

Milano: 5 cose che non sapevi sulla storia della Triennale
Martina
30 Aprile 2021

Non si è mai stati veramente a Milano senza aver visitato almeno una volta la Triennale. Un mix eterogeneo di elementi diversi che si completano a vicenda e che rendono la visita indimenticabile.
La Triennale è un’istituzione nella città ed è meta per appassionati di design ed architettura ma non solo.

Ci sono alcune curiosità che non tutti conoscono sulla sua nascita, come per esempio che non è nata nel capoluogo lombardo. Ecco qui 5 fatti poco noti sulla Triennale di Milano.

La Triennale non è nata a Milano

La Triennale di Milano non è nata a Milano, come si potrebbe pensare, bensì a Monza nel 1923. Inizialmente si chiamava Biennale delle arti decorative e nella Villa Reale della città brianzola si sono tenute nel 1925, nel 1927 e nel 1930 la seconda, la terza e la quarta edizione.
Solo dopo 10 anni si è trasferita a Milano sotto la guida di Gio Ponti e Mario Sironi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da paola chiasserini (@chiasserins)

La sala da ballo

Nel 1933 Muzio aveva deciso di suddividere il palazzo in tre settori: gli uffici, la zona espositiva e il Loisir, in cui c’erano anche un ristorante con la sala da concerti e altri spazi destinati al pubblico.
Nel 1943, durante l’occupazione nazista in Italia, il ristorante è stato trasformato in un circolo ricreativo per gli alti ufficiali tedeschi e ha preso il nome di Ballhaus, cioè “sala da ballo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elif Utes (@elifutes)

Il concerto di Jimmi Hendrix

Il 23 giugno del 1968 l’edificio entra nella leggenda musicale con il primo concerto di Jimi Hendrix: dentro oltre mille persone assistono alla sua performance, fuori una folla in delirio tenta di entrare nel locale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Milano Facades (@milano_facades)

Il Palazzo dell’Arte

A progettare l’edificio che è diventato sede della rassegna, infatti, è stato l’architetto Giovanni Muzio, che nel 1933 ha completato la costruzione di quello che oggi conosciamo come Palazzo dell’Arte.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco (@frfiorello)

Artisti innovativi

Il ruolo innovativo dell’esposizione è stato uno dei punti chiave della Triennale fin dalle prime edizioni: già nel 1933 artisti come Giorgio De Chirico, Mario Sironi e Carlo Carrà scelsero di esporre le loro opere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cristiano Seganfreddo Politi (@seganfreddo)

Le guide cool più recenti

Milano tra le righe delle canzoni più belle di sempre

Milano tra le righe delle canzoni più belle di sempre

Conoscete le canzoni su Milano? Non sei un vero milanese se non conosci tutte le canzoni su Milano che hanno fatto la storia. Dalle romantiche fughe a quelle più avventurose, fino alle notti davanti al Duomo, ogni canzone racchiude dentro di sè un ricordo speciale....

Dalla città alla parete: l’arrampicata a Milano

Dalla città alla parete: l’arrampicata a Milano

Arrampicata indoor: le migliori a Milano Si narra che, intorno agli anni 50 del 1900, gli inglesi iniziarono a scalare le montagne per scovare antiche tracce e itinerari appartenenti alla storia. Ancora oggi l'arrampicata è uno degli sport più amati dai milanesi, ma...