fbpx

Milano-Cortina 2026: il passaggio di testimone

Milano-Cortina 2026: manca sempre meno!

Durante la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi invernali di Pechino, allo stadio nazionale “Bird’s Nest”, è stato effettuato il Flag Handover, ovvero il passaggio di consegne dalla Cina all’Italia: da Pechino 2022 a Milano-Cortina 2026.
Il sindaco della capitale cinese ha passato la bandiera olimpica al presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), Thomas Bach, che l’ha consegnata al sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e di Cortina D’Ampezzo, Gianpietro Ghedina.

Il violinista Giovanni Andrea Zanon ha suonato l’inno di Mameli accompagnato dalla cantante Malika Ayane.

milano-cortina 2026
Milano-Cortina 2026

Il Comitato Organizzatore ospiterà gli eventi olimpici nella città di Milano e nella località alpina di Cortina d’Ampezzo, comprendendo sedi in tutta la Lombardia e il Veneto e le province di Trento e Bolzano.
L’inizio e la fine verranno scandite dalla cerimonia di apertura, allo stadio San Siro di Milano il 6 febbraio 2026, e da quella di chiusura all’Arena di Verona.

I significati attribuiti alle due città Milano e Cortina, sono rispettivamente: città, futuro e umanità per il capoluogo lombardo e montagna, natura e sostenibilità per il cuore delle Dolomiti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Beppe Sala (@beppesala)

“L’Olimpiade con al centro le persone”

Il Governatore del Veneto Luca Zaia ha commentato:

“Una Olimpiade che nasce sotto una buona stella e con un progetto ambientale sostenibile che intende crescere ispirandosi ai principi dell’Agenda Onu 2030.
Ci sono aspettative altissime, investimenti importanti e opere da realizzare ma sapremo affrontare questa sfida con lo stesso entusiasmo e determinazione che avevamo negli occhi a Losanna.
Integreremo, dunque, lo sport con i territori, i cittadini con gli atleti normodotati e diversamente abili perché Milano-Cortina 2026 sarà l’Olimpiade con al centro le persone”.

Da Pechino 2022 a Milano-Cortina 2026

Il testimone è passato ufficialmente a Milano-Cortina, che dovrà organizzare l’edizione invernale del 2026.

Oggi la bandiera bianca con i cinque cerchi olimpici arriverà in Italia, direttamente da Pechino.

La bandiera olimpica è stata sventolata otto volte, dopodichè il sindaco di Pechino l’ha passata al presidente del Cio, che l’ha consegnata a sua volta ai sindaci di Milano e Cortina, Beppe Sala e Gianpietro Ghedina.
È stata la prima volta che la cerimonia ha visto il passaggio di consegne a due sindaci.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Milano Cortina 2026 (@milanocortina2026)

Ora si pensa al 2026

Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, ha espresso il suo ottimismo nei confronti delle prossime Olimpiadi:

“Voglio fare i miei complimenti alla squadra olimpica italiana che ha preso parte ai Giochi di Pechino; al presidente del Coni, Giovanni Malagò; al presidente della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, Andrea Gios;
al presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, Flavio Roda;
ai tecnici, preparatori e ogni singolo componente degli staff.

Le 17 medaglie azzurre di questa Olimpiade invernale rappresentano uno straordinario risultato, che ci fa guardare alla prossima edizione dei Giochi con ottimismo”.

Ancora una volta lo sport italiano ha dimostrato di essere un’eccellenza a livello internazionale. (…) Adesso tocca agli straordinari atleti paralimpici.
Proveremo, come sempre, a fare del nostro meglio per tenere in alto il nome dell’Italia, certi del vostro supporto e del vostro tifo dall’Italia”

logo cool in milan
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: