Siamo giunti ormai alla terza edizione.

Bianco, rosso, rosato, con bollicine o fermo: qualunque sia la vostra tipologia preferita di vino, dal 3 all’11 ottobre Milano ha in serbo un evento per voi. O meglio una degustazione. L’importante è essere sufficientemente sobri per spostarsi da una location all’altra (non preoccupatevi, anche molti ristoranti aderiscono, così non sarete costretti a rimanere a stomaco vuoto).

Una settimana di eventi legati al vino, che in diversi quartieri coinvolgeranno tutta la città: pronti per la terza edizione della Milano Wine Week?

Un’edizione tutta nuova quella di Milano Wine Week, il primo evento internazionale dedicato al vino del 2020. Eventi digitali, collegamenti con esperti di tutto il mondo e un’apertura speciale via internet: il 3 ottobre alle 20.15 la rassegna sarà inaugurata da un flash mob virtuale dove 5mila persone brinderanno all’evento con le bollicine delle aziende dell’Istituto Trentodoc. Ma non sarà tutto digitale, tranquilli: tantissimi eventi torneranno a far scorrere il vino per le strade di Milano, grazie a ristoranti, locali e cantine aderenti.

Milano Wine Week si inserisce, come le altre settimane tematiche, in un progetto di ripartenza per quei settori particolarmente colpiti dalla pandemia, in questo caso quello della distribuzione vinicola e quello della ristorazione. Privi di eventi in cui vendere a grandi buyer, soprattutto esteri, il settore vinicolo italiano sta subendo una grave crisi, con milioni di ettolitri di vino invenduti nelle cantine di tutto il Paese. La settimana milanese può rappresentare una prima, timida svolta verso un risveglio della nostra eccellenza enologica.

Parliamo degli eventi in programma:

Quartier generale della manifestazione sarà ancora una volta Palazzo Bovara, in Corso Venezia, che grazie alla sua posizione strategica e al suo prestigio è la sede ideale per alcuni tra gli appuntamenti più istituzionali della manifestazione. La meravigliosa corte allestita nel cortile al piano terra e le eleganti sale al primo piano ospiteranno un fitto palinsesto di masterclass, seminari, lanci di nuove etichette e walk-around tasting. 

Quest’anno l’headquarter della settimana del vino ospiterà anche la prima edizione della Digital Wine Fair, che coinvolgerà 7 grandi città del mondo (New York, San Francisco, Miami, Toronto, Shenzhen, Shanghai e Mosca) attraverso dirette ad altissima qualità e degustazioni a distanza per buyer, stampa specializzata ed esperti del settore.

Resta confermata l’attivazione di 6 Wine District, veri e propri sodalizi tra un quartiere, con il suo circuito di bar, ristoranti ed enoteche, e un Consorzio di tutela. Per l’intera settimana in cui il quartiere sarà – come ormai da tradizione – totalmente brandizzato con la livrea del Consorzio, sarà possibile partecipare a eventi speciali (aperitivi, cene, degustazioni), attivati in occasione della MWW, nei locali aderenti all’iniziativa.

Questi i distretti aderenti e i rispettivi consorzi:

  • Brera / Garibaldi / Solferino: Franciacorta,
  • Eustachi: Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese.
  • Porta Nuova: Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG
  • Isola: Consorzio delle DOC Friuli Venezia Giulia
  • Porta Romana: Consorzio Tutela Lugana DOC,
  • Arco della Pace e Corso Sempione: Consorzio dell’Asti e del Moscato d’Asti DOCG

In più è stato annunciato un settimo distretto nell’area dei Navigli, ancora top secret.

Un ruolo di primo piano avrà anche quest’anno il circuito delle Location Partner, che ospiteranno
altrettanti eventi ideati ad hoc per la MWW: da Eataly Smeraldo a Signorvino a CityLife Shopping District alla Santeria, che proporranno un fitto calendario di degustazioni, corsi e aperitivi lungo tutto l’arco della settimana, passando per Cantina Urbana, Panini Durini, Un posto a Milano, The Bryan and Barry Building, Wine Mi (tour delle enoteche milanesi) e Come Home (degustazioni e cene organizzate nelle case di host e tematizzate in occasione della Wine Week) per arrivare a Centrale District e Hic Enoteche.

Fruibili da remoto, in streaming o on demand i tre grandi momenti di formazione e networking organizzati in occasione della Milano Wine Week 2020: la terza edizione del Wine Business Forum (6 ottobre), realizzato in partnership con BS-Strategies e coordinato da Silvana Ballotta, che si
concentrerà sull’internazionalizzazione in alcuni dei principali mercati dell’export vinicolo italiano, cui si
affiancherà il nuovo Shaping Wine (8 ottobre), realizzato in partnership con SDA Bocconi, un momento di riflessione sui trend innovativi e sull’evoluzione degli spazi fisici e virtuali del retail del mondo del vino, e la seconda edizione del Wine Generation Forum (9 ottobre), realizzato in collaborazione con AGIVI (Associazione dei Giovani Imprenditori Vinicoli Italiani) in lingua inglese, dedicato ai “millennials” che lavorano nel settore vinicolo.

Tutti gli eventi per la stampa e gli addetti ai lavori richiederanno un accredito, mentre quelli dedicati al pubblico saranno in parte gratuiti e in parte accessibili con biglietto d’ingresso. Alcuni eventi di grande richiamo richiedono la prenotazione obbligatoria tramite il sito ufficiale.

Scarica il programma completo

 

Alessandro Di Tommaso