Ospedali di Seriate, Alzano e Treviglio
La bella notizia: terapie intensive vuote

Nessun paziente Covid in rianimazione negli ospedali del «Bolognini» e dell’Asst Bergamo Ovest, 33 al «Papa Giovanni»: erano arrivati a 200.

Da giovedì 14 maggio, zero pazienti Covid nelle terapie intensive delle Asst Bergamo Est e Bergamo Ovest: nei giorni più terribili dell’epidemia in Bergamasca, i dati erano ben diversi. Negli ospedali dell’Azienda che fa capo al «Bolognini» di Seriate, il picco dei malati Covid in rianimazione è arrivato a 27; in quella che fa capo al presidio di Treviglio, a 17. Al «Papa Giovanni», sono stati ricoverati in terapia intensiva fino a circa 100 persone contagiate dal virus.

In tutta la provincia di Bergamo, dove nella fase di picco i malati Covid-19 in terapia intensiva sono stati circa 200, a ieri restano circa una quarantina coloro che sono ricoverati in rianimazione. La maggior parte, poco più di trenta, si trovano all’ospedale Papa Giovanni XXIII, la struttura principale della Bergamasca in cui nel momento di maggior picco sono state ricoverate in rianimazione circa 100 persone contagiate dal coronavirus.

Pasquale Marcone