Olimpiadi Tokyo 2021: argento e bronzo per i nuotatori italiani

Nella notte tra domenica e lunedì l’Italia ha vinto due medaglie nel nuoto ai Giochi Olimpici di Tokyo: un argento nella staffetta maschile 4×100 stile libero, con Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo, e un bronzo nei 100 rana con Nicolò Martinenghi.

Le medaglie olimpiche italiane sono salite così a 7: un oro, due argenti e quattro bronzi.

Il primo a rompere il ghiaccio a nome della spedizione è azzurra è stato Luigi Samele con il suo argento di sabato nella sciabola individuale. Poco dopo è arrivato anche l’oro di Vito Dell’Aquila nel taekwondo -58 kg. Ieri anche i bronzi di Martinenghi e della 4×100 stile libero.

Le medaglie nel nuoto

Con 3’10”11 Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo non solo conquistano per la prima volta la staffetta veloce dietro alla squadra statunitense, ma fanno anche il nuovo record italiano.

Thomas Ceccon scende in vasca solo pochi minuti dopo aver centrato ingresso in finale dei 100 dorso uomini con 52”78, il terzo tempo nella prima semifinale, e ottimo quarto tempo complessivo.

Poi c’è la medaglia di Nicolò Martinenghi. Il nuotatore azzurro conquista il bronzo finale dei 100 metri rana con il tempo di 58”33. Oro al britannico Adam Peaty con 57”37, argento all’olandese Arno Kamminga.  “L’ho voluto e cercato da molto tempo” commenta Nicolò Martinenghi: “Da sempre, in ogni allenamento, sognavo quei 15 metri finali“.
Sempre nei 100 metri rana, ma questa volta femminili, va in finale Martina Carraro. Con un ottima seconda vasca chiude terza la sua semifinale, un modesto 1’06”50, settimo tempo complessivo.

“Obiettivo centrato, non era facile. Si lavora per tanto tempo, riuscirci per me è motivo d’orgoglio. Domani sarà una gara aperta, me la giocherò alla pari con le altre”.

Martina Carraro

Niente finale dei 200 stile libero per Stefano Ballo e Stefano Di Cola a Tokyo.

Decimo tempo per Ballo, 14esimo per Di Cola. Non ce la fa neppure Margherita Panziera, l’azzurra termina la prima semifinale dei 100 dorso solo col sesto tempo, 59”75.

Se quella di  Nicolò Martinenghi potevamo aspettarcela quella d’argento della 4×100  stile libero è leggendaria”. Lo ha detto il presidente del Coni,  Giovanni Malagò, dal Tokyo Aquatics Centre sulle due medaglie azzurre  del nuoto. “I ragazzi sono stati bravissimi tutti e cinque, anche  Santo Condorelli che ha dato il suo contributo in batteria. La  lucidità e la forza con cui sono rimasti sempre lì è impressionante. Complimenti a tutti loro e alla Fin“, ha aggiunto Malagò.

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie