fbpx
pregliasco terza ondata ansa

Pregliasco avverte: “Nessuna esultanza, la terza ondata è una certezza”.

Condividi su:

Covid, il virologo dell’Università Statale di Milano e presidente dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze (Anpas) Fabrizio Pregliasco rimane vigile sulla situazione italiana attuale. Infatti, secondo l’esperto, sarebbe da irresponsabili considerare “terminato” il periodo di agitazione dovuto all’aumento dei contagi e, quindi, sarebbe opportuno considerare la certezza di una terza ondata.

Pregliasco – A quando la terza ondata?

“L’Istituto Superiore di Sanità valuterà l’andamento dei contagi nella prossima settimana – ha detto Pregliasco ai microfoni di Radio Crc Targato Italia -. Il peggioramento potrà avvenire a metà mese“.

Pregliasco – L’Italia divisa in zone funziona?

“L’Italia divisa in zone ha funzionato a piegare la curva, ma in questi ultimi giorni c’è stato un rallentamento della discesa. Stiamo mitigando la malattia, riducendo la velocità di contagio, ma non riusciamo a controllarla”.

Per quale motivo, allora, esistono Regioni che hanno un tasso di mortalità più basso dovuto al Covid?

Pregliasco spiega: “I contagi dipendono da variazioni legate alla densità abitativa, ai contesti, alla demografia. Il capoluogo è sempre più pericoloso dei comuni piccoli e mal collegati”.

Con il ritorno dei ragazzi in classe dal 7 gennaio, cosa succederà?

Pregliasco nell’intervista sottolinea “La scuola, in via indiretta, facilita i contatti”, quindi, “alla luce degli ultimi dati la cautela è necessaria e serve una diminuzione degli ingressi, che vanno rigorosamente scaglionati”. “Siamo animali sociali – ha aggiunto – ma è necessaria la responsabilità personale”. Tanto più che, con i numeri attuali “il tracciamento dei casi non è più possibile”. Abbiamo quindi bisogno, ha concluso, “di una veloce campagna vaccinale in breve tempo”.

Condividi su:
Condividi su facebook
condividi
Condividi su linkedin
condividi
logo cool in milan
Scarica l' App

CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan

LEGGI ANCHE: