fbpx

Record di casi della Variante Omicron in Lombardia, ma resta in zona bianca

Record di nuovi casi, variante Omicron in Lombardia al 40% e lunghe code per fare i tamponi.

Ma i dati del monitoraggio settimanale confermano, anche per la prossima settimana, la zona bianca per la Lombardia, annuncia il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana.

La Lombardia registra 12.955 nuovi positivi, record assoluto in regione dall’inizio della pandemia, con 205.847 tamponi per un tasso di positività in crescita del 6.2% (ieri 5,7%). I casi positivi degli ultimi sette giorni sono 51.456, con un incidenza di 513 per 100mila abitanti, ma i ricoverati nei reparti ordinari sono 1.408 (+56 rispetto a ieri), con una percentuale di occupazione di posti letto pari al 13,8%. Sono 162, invece (due in meno di ieri), i ricoverati in terapia intensiva, con un’occupazione dei posti letto del 10,6%.

Record di casi della Variante Omicron in Lombardia, ma resta in zona bianca
Record di casi della Variante Omicron in Lombardia, ma resta in zona bianca

In Lombardia il 40% dei casi è la variante Omicron

E anche la diffusione della variante Omicron nella Regione è in continua crescita. La variante del virus colpisce circa il 40% dei nuovi positivi al covid. Al momento, però, i ricoverati con variante Omicron in Lombardia sono solo 6, nessuno dei quali in terapia intensiva, pari al 2%. In tutte le province lombarde, tranne quella di Sondrio, la variante delta ha soppiantato l’alpha e rimane quella più diffusa. 
 Il caos tamponi 

Il problema più grande però al momento sembra essere quello dei tamponi. Negli ultimi giorni, in particolare, si è assistito a un assalto alle farmacie, ai laboratori, alle cliniche e ai drive through. Code chilometriche e ore di attesa per i pazienti che spesso non riescono nemmeno a sottoporsi al test. La situazione è complicata soprattutto a Milano. Nella città c’è chi fa 300 tamponi al giorno, e si lavora fino a esaurimento scorte e in qualche vetrina già si può leggere la scritta: “Fine tamponi”. Il portale informatico per prenotare i tamponi Ats Milano da giorni non funziona bene.

“Da oltre due settimane riceviamo continue segnalazioni di medici che denunciano il malfunzionamento del portale Ats Milano per la prenotazione dei tamponi. Questo non solo crea grandi difficoltà ai medici, di tempo e di risorse, ma li rende anche ‘colpevoli’ di fronte ai pazienti, ulteriormente aumentando il contenzioso medico-paziente, già reso artatamente incandescente da alcune dichiarazioni sconsiderate dell’Assessore al Welfare. Una situazione ingestibile, che si nota dalle lunghe file davanti alle farmacie”.

 

logo cool in milan
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: