La conferenza delle Regioni ha approvato oggi le linee guida per la riapertura di locali da ballo, centri termali, congressi fieristici, sale da gioco. Fermo restando che valgono le regole generali di distanziamento e sanificazione, nelle discoteche, in particolare, bisognerà contingentare gli accessi in modo da garantire la possibilità di mantenere almeno un metro di distanza tra le persone e due metri tra chi si trova in pista da ballo.

Inoltre, chi vuole ballare potrà farlo solo “negli spazi esterni come giardini e terrazze”, negli ambienti al chiuso vigerà sempre l’obbligo di mascherina ed anche all’esterno tutte le volte che non sarà possibile rispettare la distanza interpersonale di 1 metro. Il personale di servizio deve utilizzare la mascherina”. Non è, infine, consentita la consumazione di bevande al banco e in piedi.

Parola d’ordine: mantenimento del distanziamento sociale, che deve essere garantito sempre e comunque per evitare il diffondersi del contagio da Covid-19.

Le casse dovranno essere protette con apposite schermature e, se possibile, bisognerà consentire la prenotazione dell’accesso telematica e bisognerà tenere un registro delle presenze per 14 giorni. I drink non si potranno consumare al bancone del bar e bisognerà fare una fila ordinata per ordinare. Il servizio guardaroba potrà essere offerto, ma gli indumenti dovranno essere riposti in appositi sacchetti porta abiti. Le superfici dovranno essere pulite e disinfettate frequentemente, e dovrà essere garantito il ricambio di aria negli ambienti interni.

Pasquale Marcone