Sardegna in zona bianca ma blocca le seconde case

Sardegna in zona bianca ma blocca le seconde case

salinas Zona bianca

Il presidente della Regione Solinas ha firmato una restrizione, per limitare il rischio che aumentino i contagi con l’arrivo di persone dalle zone rosse, proprietarie di seconde case nell’isola ma non residenti.

L’ordinanza per i non residenti

L’ordinanza era molto attesa, ed è arrivata nella serata di mercoledì. Il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas ha firmato una nuova ordinanza per il contenimento dell’epidemia di coronavirus.
Un’ulteriore stretta, per limitare il rischio che aumentino i contagi con l’arrivo di persone dalle zone rosse, proprietarie di seconde case nell’isola, nel corso delle prossime settimane.

L’ingresso in Sardegna con la finalità di recarsi presso le proprie abitazioni diverse da quella principale da parte di persone non residenti.
É consentito solo in presenza di comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e/o di indifferibilità documentata ovvero per motivi di salute“.

L’ordinanza in vigore fino al 6 aprile

Il governatore Solinas ha scelto la linea dura, applicata con un’ordinanza in vigore da oggi (18 marzo) al prossimo 6 aprile. E appunto: i proprietari di seconde case non residenti possono entrare solo per comprovate esigenze lavorative o motivi di salute e comunque presentando la certificazione di vaccinazione avvenuta o di negatività al tampone. Una decisione presa anche sulla scia del “miniesodo” censito domenica scorsa, quando i traghetti partiti da Civitavecchia hanno portato sull’isola circa 600 passeggeri.

tamponi rapidi al Porto di Civitavecchia
tamponi rapidi al Porto di Civitavecchia

La situazione attuale

Sono stabili intanto i casi di positività al Covid-19 in Sardegna dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 92 nuovi contagi a seguito di 12.190 test con un tasso di positività dello 0,7% (ieri era dello 0,9%).
Nell’isola si registrano anche due nuovi decessi (1.200 in tutto). Sono, invece, 163 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-9), mentre restano 29 i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.627. I guariti sono complessivamente 28.520 (+87), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 185.

Scopri le nostre Guide

logo cool in milan
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: