fbpx

Sesta eruzione dell’Etna in 8 giorni: ecco quello che sta succedendo

L’Etna è tornato di nuovo a farsi sentire con esplosioni e colate laviche: il cratere a sud-est è il protagonista di questa nuova eruzione.

Alle 20.30 del 24 febbraio, una colata è scesa in direzione Valle de Bove dopo l’inizio dell’attività vulcanica intorno alle ore 18:00. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha fatto sapere che la fontana di lava ha raggiunto un’altezza di 500 mentre sopra l’orlo del cratere intorno alle ore 22.00. L’eruzione si sarebbe estesa in verticale per diversi chilometri. La colata che si è riversata in colata Valle del Bove è stata alimentata per parecchie ore.

Si tratta del sesto episodio in 8 giorni: siamo nella fase del parossismo vulcanico, cioè nella fase definita dagli studiosi come la più pericolosa poiché può presentare anche terremoti e lancio di materiali.

Secondo gli esperti ciò non comporta un pericolo per la popolazione circostante, in quanto riguarda solo la sommità del vulcano. Un problema per i residenti è invece la grande quantità di polveri che sta ricadendo, creando problemi per la visibilità.

Etna, cenere e lapilli

I fenomeni degli ultimi giorni sono controllati dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo di Catania. L’istituto nella girata di ieri, ha annunciato la possibilità di degassamento, cioè di fuori uscita di gas dal cratere, ed esplosioni dai crateri sommatali. L‘attività vulcanica però non è pericolosa per i cittadini e le abitazioni alla pendici. Al contrario è un fenomeno che crea attenzione degli scienziati in quanto il cratere su-est sta diventando una delle cime più alte del vulcano.

Il cratere sud-est

Nato dall’attività del 1917 attraverso un sistema di fratture, ha visto una crescita costante duranti gli ultimi 22 anni. Con le eruzioni del 2000, 2007 e 2011-2014, è cresciuto rapidamente diventando una delle cime più alte del vulcano.

Proprio a causa di questa velocità, gli scienziati pensano anche che sia il più instabile.

 

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie