Spostamenti e divieti: via libera alle seconde case in zona rossa

Spostamenti e divieti: via libera alle seconde case in zona rossa

zona rossa

Con il decreto del 13 marzo, il governo ha specificato anche le regole per quanto riguarda il raggiungere le seconde case.
Il decreto sarà in vigore da oggi 15 marzo fino al 6 aprile, per limitare e contenere l’andamento dei casi all’interno del territorio nazionale. In ogni caso la Lombardia rimarrà in zona rossa fino al 28 marzo.

Tra le novità, almeno rispetto a quanto annunciato in precedenza, c’è la possibilità dei recarsi nelle seconde case anche in zona rossaFino al 6 aprile 2021 – si legge in uno dei passaggi del decreto – in zona rossa sono consentiti esclusivamente i seguenti spostamenti:

  • Seconde case
  • Per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità (anche verso un’altra Regione o Provincia autonoma);
  • Il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, compreso il rientro nelle “seconde case” ubicate dentro e fuori regione.

In ogni caso saranno vietate viliste a famiglia e amici, quindi verso abitazioni private diverse dalla propria se non giustificate da motivi di lavoro, necessità o salute.

In quali regioni si applicano le misure da zona rossa?

Sono undici fra regioni e province autonome le zone rosse. Per l’impennata dei contagi, legata soprattutto alla rapida circolazione delle varianti, sono diventate rosse Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e la provincia autonoma di Trento, che si aggiungono a Campania e Molise che restano in area rossa. Tutte le altre Regioni sono in area arancione, compresa la Basilicata per la quale è stata fatta una ulteriore verifica sui dati (finora la regione era rossa). Solo la Sardegna rimane in area bianca.

É in vigore comunque il coprifuoco?

Resta il coprifuoco tra le 22 e le 5, su tutto il territorio nazionale, indipendentemente dal fatto che il giorno sia feriale o festivo. I motivi che giustificano gli spostamenti in questi orari restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute. La regola vale, dunque, in zona rossa, arancione e bianca.

 

Scopri le nostre Guide

logo cool in milan
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: