Sputnik: il vaccino russo sarà prodotto anche in Italia

L’accordo per fra Europa e Russia

Firmato il primo accordo in Europa tra il fondo governativo russo e la società Adienne Pharma&Biotech per la produzione in Italia del vaccino Sputnik V”.
Lo annuncia la Camera di Commercio Italo-Russa in una nota pubblicata sul suo sito internet.

Sarà prodotto anche in Italia a partire da giugno il vaccino russo Sputnik V sul quale però l’Agenzia europea del farmaco (Ema) continua ad avere forti perplessità.

Letizia Moratti denuncia la lentezza dell’Ema

Abbiamo bisogno di documenti che si possano verificare e al momento non abbiamo elementi sulle persone vaccinate, sugli effetti collaterali“.

Secondo quanto ha riferito la vicepresidente della regione Lombardia Letizia Moratti, che ha denunciato la lentezza dell’Ema, solo ai primi di aprile partirà una missione di scienziati per verificare in Russia la fabbricazione.

Il Fondo russo che commercializza lo Sputnik (Rdif) ha concluso un accordo con la Adienne Pharma, che produrrà dieci milioni di dosi del vaccino russo.

Il vaccino russo Sputnik v
Il vaccino russo Sputnik v

A partire da giugno-luglio nello stabilimento di Caponago, vicino Monza“, ha detto al Corriere il presidente della Adienne Antonio Di Naro. Il numero uno di Rdif, Dmitriev ha affermato che “molte regioni italiane vogliono realizzare il farmaco” e che, sempre da giugno, anche in diverse altre fabbriche potranno essere sfornate “decine di milioni di dosi“.

Tempi record di produzione

Produrre milioni di flaconi di vaccino in tempi record, ma garantendo la massima affidabilità. Era questo il punto di partenza della società russa Biocad per produrre in tempi record a San Pietroburgo il vaccino Sputnik.
Il punto di svolta i manager russi lo hanno trovato nella Packaging Valley emiliana e nelle linee di produzione, l’automazione digitale, sviluppate dal Marchesini Group di Pianoro sull’appennino bolognese.

Il vaccino russo viene prodotto in un’azienda a San Pietroburgo sulle nostre linee” ha spiegato Valentina Marchesini direttore delle risorse umane, della Beauty Division, del reparto Marketing&Communications e membro del consiglio di amministrazione del Marchesini Group.

A rendere vincente in tutto il mondo la tecnologia made in Italy di casa Marchesini è la Corima, azienda specializzata nelle macchine per il riempimento di flaconi di vetro.
I vaccini appunto che escono pronti all’uso al ritmo di 200 flaconi al minuto.

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: