Stabilite regole precise anche per la balneazione. Le file di ombrelloni dovranno essere distanziate di almeno 5 metri, con 4,5 metri tra un ombrellone e l’altro. Tra sdraio e lettini dovrà esserci una distanza di 2 metri, che potrà venire a mancare solo tra persone coabitanti. Alla base dell’accesso ci sarà il contingentamento, dato dalla prenotazione obbligatoria basata su fasce orarie. Per l’assegnazione di attrezzatura e ombrelloni si prediligerà coloro che li occuperanno per più giorni. Tutta l’attrezzatura andrà sanificata da bagnini e gestori e non sarà possibile utilizzare cabine e docce all’aperto. Come da copione, no assoluto ai giochi da spiaggia, dalla pallavolo alla partita di calcio. L’obbligo di prenotazione varrà anche per le spiagge libere, nelle quali potrebbero esserci recinti a segnalare la distanza di sicurezza da tenere.

Pasquale Marcone