Starbucks a Milano: la fine di un’era?

Starbucks sta vivendo un periodo pieno di difficoltà a causa della pandemia: alcuni punti vendita chiudono, mentre progetti futuri rischiano di svanire.

 

Starbucks a Milano affronta la pandemia

Nel corso del 2019, Starbucks si è visto obbligato a chiudere due locali: il primo, i cui lavori sono iniziati 3 anni fa, avrebbe dovuto aprire in zona Turati lo scorso novembre.
Il progetto prometteva bene: uno spazio ampio adibito a caffetteria, comprendente un’area verde al suo interno, dove rilassarsi durante le giornate soleggiate.

Starbucks a Milano
Starbucks a Milano

Purtroppo, ad oggi del punto vendita sono rimasti solo le carte coprenti che nascondevano la ristrutturazione.
A pochissimi mesi dall’inizio dei lavori, la pandemia è piombata nelle nostre vite, rendendo impossibile la realizzazione dello Starbucks di Turati, che non vedrà mai la luce.

Il secondo locale è legato ad un progetto pensato apposta per Porta Romana.
Qui, la caffetteria americana di Seattle. Anche in questo caso, i battenti non sono stati aperti, e l’idea è rimasta tale.

Il fiore all’occhiello della catena rimane la torrefazione di Cordusio, uno Starbucks su due piani che mette in mostra i macchinari che macinano lo speciale caffè usato per le bevande della sirenetta di Seattle.

Ad oggi, Starbucks conta comunque un discreto numero di punti vendita a Milano:
il conteggio arriva a 5, ma non aumenterà, almeno per il prossimo futuro.

A cosa è dovuto, nello specifico, questo stop?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Starbucks Italia ☕️ (@starbucksitalia)

Gli Starbucks a Milano in crisi

Starbucks Italia, negli ultimi due anni ha vissuto un drastico calo di fatturato in Italia.
Parliamo di un 44% in meno rispetto al fatturato del 2019, anch’esso diminuito a causa della pandemia.

L’unica salvezza della caffetteria in questo periodo consiste nella torrefazione Starbucks, che rifornisce direttamente varie filiali, abbattendo quindi i costi dell’outsourcing.

La prospettiva attuale non garantisce a Starbucks un ritorno sicuro nel caso investisse in nuove aperture sul territorio di Milano, per questo motivo la catena di caffetterie ha deciso di fermare la sua espansione sul territorio italiano (ed europeo).

Naturalmente, il progetto è solo rimandato, in attesa di più rosee notizie.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Starbucks Italia ☕️ (@starbucksitalia)

logo cool in milan
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: