“Il Covid-19 c’è ancora e non è mutato, ma prima o poi la mascherina la dovremo dimenticare se continuiamo a comportarci bene” lo ha dichiarato Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano. “Il lockdown è servito e l’Italia si è comportata in modo esemplare.

Noi non conoscevamo nulla del virus, siamo stati tutti bravi” ha analizzato l’esperto nel corso di Non è l’Arena, aggiungendo: “Ora, dobbiamo uscirne gradualmente. È importante tenere le mascherine, sapendo che se ci comportiamo bene prima o poi ce ne dovremo dimenticare”. Ritornando sulle sue dichiarazioni sul fatto che il virus “clinicamente non esiste più”, Zangrillo ha ribadito: “Ho semplicemente voluto parlare della malattia dal punto di vista delle evidenze cliniche. Il virus non è mutato, ma l’interazione tra virus e ospite non dà più la malattia”.

Pasquale Marcone