fbpx

AAA vendesi casa di Leonardo Da Vinci a Milano

Cascina Bolla, casa di Leonardo Da Vinci a Milano, testimone del periodo prolifico di un artista completo, è in vendita. Ne parliamo tra leggende e curiosità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kristian Morisco (@krystian_1981)

 

Un’oasi di tranquillità… In pieno centro

Se Leonardo scelse la tranquillità della campagna (non rinunciando alle comodità del centro, distante solo pochi passi dalla sua abitazione), acquistando oggi Cascina Bolla ci ritroveremmo immersi nel traffico cittadino, nel centralissimo quartiere dell’ex Fiera. Più precisamente, in via Paris Bordone 9, a poco più di un chilometro da City Life.

Nonostante la posizione e le manie espansionistiche della città, la Cascina quattrocentesca conserva ancora oggi il suo terreno originario, composto da 1.000 mq di villa padronale indipendente – compresa di dependance – e ben 3.700 mq di parco.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Yolanda Ding (@dingding.yolanda)

L’area verde a disposizione di Leonardo, però, non si limita a quella che circonda la sua abitazione (che all’epoca fungeva anche da osteria). Ludovico Il Moro (Ludovico Maria Sforza) pensò di espandere l’oasi oltre i confini della dimora privata dell’artista grazie a una vigna – poi denominata Vigna di Leonardo – situata oggi in Corso Magenta 65, Milano.

 

Le leggende di Cascina Bolla: Il Cenacolo e un passaggio segreto

E se ha resistito alle intemperie, alle guerre e agli incendi hanno dovuto pensarci i diversi interventi di ristrutturazione a modificarne l’aspetto di Cascina Bolla. Rinnovamenti che, secondo la leggenda, non avrebbero intaccato il collegamento sotterraneo che condurrebbe al Castello Sforzesco. Una convinzione rafforzata, ma mai verificata, dagli stretti rapporti tra Leonardo e la famiglia Sforza, che gli commissionavano lavori a corte.

Questa fu la dimora del Maestro, dove visse a partire dal 1482 per quasi 20 anni, affascinato e inebriato dall’aria di progresso e innovazione che si respiravano nella Milano del tardo Medioevo. Un’atmosfera che non gli fece che bene perché fu proprio qui che Leonardo concepì l’Ultima Cenail Cenacolo – nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Secondo la documentazione collezionata dal geometra Romano Pagnotti e dall’ingegnere Camillo Rovizzani.

La villa, che ha visto nei secoli diversi passaggi di proprietà, è oggi tornata sul mercato. Le trattative sono riservate. Comprensibile, dato l’alto valore storico e artistico della dimora del più grande inventore, artista, pittore, ingegnere, scultore, architetto dei suoi tempi; e, molto realisticamente, non solo.

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: