fbpx

Attacchi hacker: la centrale del web italiana a Milano lancia un appello

Il Milan Internet eXchange (MIX), il principale punto in interscambio internet in Italia a Milano lancia un appello in vista di futuri attacchi hacker.

 

Ecco chi ha evitato il collasso della rete durante la pandemia

Sebbene la sua esistenza sia sconosciuta ai più, questa infrastruttura consente di navigare in rete all’intera popolazione italiana, attraverso il servizio reso a oltre 360 aziende del settore (gli operatori dei servizi internet come i provider, i gestori e gli operatori) sul territorio nazionale e internazionale.

Potremmo riconoscerne la grande importanza ripensando alla prima critica fase della pandemia da Covid-19. Un’emergenza sia sanitaria che digitale:

“Nella primavera 2020, quando sono scattate le misure di emergenza per la pandemia, il traffico Internet ha subito un’impennata senza precedenti. E qui per giorni si è lavorato senza sosta, 24 ore su 24, per aumentare la capacità delle reti e dei servizi per i nostri clienti”.

Sono stati infatti gli instancabili e silenziosi lavoratori di cui parla il presidente di MIX, Alessandro Talotta, ad averci consentito di trascorrere le interminabili ore dei lockdown tra videoconferenze, chat, ordini Amazon, videogiochi, app per smartphone, serie tv/film in streaming. Evitando al contempo il collasso della rete grazie alla sinergia instaurata con Palazzo Chigi e gli interventi notturni dei tecnici.

“C’è stato un continuo coordinamento con Palazzo Chigi perché il governo voleva avere la certezza che non si verificassero problemi sulla rete”

 

AAA Cercasi talenti contro gli hacker

E se oggi il coronavirus e le sue ripercussione sul traffico in rete dovuta a questa nuova normalità fatta di lavoro da remoto e ibrido non fanno più così paura, la centrale digitale non può però mai abbassare lo sguardo.
Tra gli attacchi hacker e la guerra cibernetica, nata contestualmente al conflitto russo-ucraino (di cui è una declinazione), la rete Internet richiede attenzioni costanti e livelli di expertise informatico e di cybersecurity sempre migliori.

Motivo per il quale i professionisti che lavorano presso il MIX non sono mai troppi, secondo Alessandro Talotta. Il quale spera di allargare l’organico della società del Caldera Park di Milano estendendo l’invito a ingegneri, tecnici e chiunque abbia le competenze necessarie, siano essi laureati, che non.

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: