E’ tornato X Factor, Ludovico Tersigni sostituisce Alessandro Cattelan

Ludovico Tersigni al timone di X Factor 2021

«Io ce provo». In Vans basse bicolori e giacchetta in jeans nera Ludovico Tersigni sale sul palco delle Audition e dà il via all’edizione 2021 di «X Factor», la prima targata Sky senza Alessandro Cattelan. Il compito non è dei più semplici, e il 26enne attore romano – noto soprattutto per aver recitato nelle serie teen «Skam» e «Summertime» – lo sa molto bene.

Così bene da scegliere di andare dalla parte opposta del rodato conduttore di Tortona, padrone totale del palco e della scena, e di puntare sull’immediatezza tipica dei suoi anni, che gli consentono di mettersi veramente sullo stesso piano dei concorrenti, giovane tra i giovani.

E' tornato X Factor, Ludovico Tersigni sostituisce Alessandro Cattelan
E’ tornato X Factor, Ludovico Tersigni sostituisce Alessandro Cattelan

Da motivatore a conduttore

Va anche detto che, in queste prime puntate, il ruolo del conduttore è piuttosto relativo: fa da motivatore dei concorrenti prima delle audizioni o dà supporto ai familiari nel momento in cui i primi si trovano sul palco in attesa del verdetto dei giudici. Nonostante, quindi, l’impressione complessiva positiva, aspettiamo di vederlo all’opera durante i Live per poterlo valutare meglio e più pienamente.

L’eliminazione delle categorie, per una musica senza barriere

Per il resto, oltre al nuovo presentatore, quest’edizione del talent show si caratterizza anche per l’eliminazione delle categorie. Addio ad Under Uomini, Under Donne, Over, Gruppi e benvenuti tutti contro tutti. «Ci siamo resi conto che dare etichette alla musica non ha più senso» spiega Tersigni in apertura, sottolineando che così ogni giudice avrà la possibilità di scegliere chi meglio crede, senza limitazioni o compromessi.

I top delle prime audizioni

Gli scontri maggiori, stando alle prime audizioni, dovrebbero riguardare soprattutto i giovanissimi: Karim, in arte Karma, che interpreta la cover di «Call out my name» in onore del padre scomparso, Jathson, artista non binario, che, con la sua «Babylooneytunes», colpisce per la personalità e gIANMARIA, che, con l’inedito «I suicidi», riesce a scrivere una canzone di denuncia senza cadere nel morboso o lo scontato.

logo cool in milan
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie