fbpx

Ecco la scaletta della prima serata del Festival di Sanremo, artisti e super ospiti

Prima serata del Festival di  Sanremo, Maneskin e Fiorello

Ad aprire la serata di martedì primo febbraio saranno dodici cantanti, con i Måneskin come super ospiti e l’ironia di Fiorello che ieri ha dato un primo assaggio in accappatoio e bigodini. «Sono qui per inaugurare una serra, lasciami stare, mi devo preparare», ha risposto ad Amadeus che al quarto tentativo di fronte alla stanza 407 dell’Hotel Globo ha finalmente ottenuto la risposta che voleva. Ciuri c’è.

Il tam tam era partito sui social giorni fa, per tre volte il conduttore aveva bussato alla porta senza ottenere risposta, in un gioco di ruolo costruito ad arte per creare quel giusto mix di attesa e ironia.

«Non so come ho fatto a convincerlo anche stavolta» confessa Amadeus «È’ stata una liberazione aprire la porta e trovarlo, finalmente Sanremo può iniziare, ora sto bene. Sono stato un martello penumatico, credo che Rosario non mi sopporti più, ormai saremo ex amici, ma sono felice perché si preannuncia un Festival di numeri uno». Inutile chiedere cosa farà Fiorello sul palco.

Ecco la scaletta della prima serata del Festival di Sanremo, artisti e super ospiti
Ecco la scaletta della prima serata del Festival di Sanremo, artisti e super ospiti

Ecco la scaletta della prima serata del Festival di Sanremo

«Realmente non lo so ed è una cosa che incredibilmente mi piace molto, non so nemmeno quanto resterà a Sanremo», ammette Amadeus che ieri sera al Tg1 ha anticipato la lista dei dodici cantanti che saliranno sul palco domani: Gianni Morandi, Noemi, La Rappresentante di lista, Yuman, Giusy Ferreri, Dargen D’Amico, Achille Lauro, Rkomi, Mahmood e Blanco, Michele Bravi, Ana Mena, Massimo Ranieri. Mercoledì sarà il turno dei restanti tredici: Elisa, Sangiovanni, Giovanni Truppi, Le Vibrazioni, Donatella Rettore e Ditonellapiaga, Iva Zanicchi, Highsnob e Hu, Fabrizio Moro, Irama, Aka7even, Tananai, Matteo Romani, Emma. Con loro i super ospiti Checco Zalone e Laura Pausini.

Il Teatro Ariston a capienza piena

«Non vedo l’ora che sia domani» dichiara Amadeus ospite da Fabio Fazio a “Che tempo che fa” «Vorrei che fosse il Festival della gioia, con il teatro finalmente a capienza piena, tutti con Green pass e mascherina, la presenza del pubblico dà calore dopo aver vissuto un anno come quello scorso.

Anche la città è tornata quasi a essere come quella di due anni fa, c’è una grande energia». Confessa a Fazio di tremare per l’anatema lanciato lo scorso anno da Fiorello, quando a fine festival augurò a chi sarebbe venuto dopo di fare bassi ascolti.

«Si sono uniti l’anatema di Fiorello e la profezia di Zalone che dopo il suo monologo mi ha detto che non lavorerò più. Ecco perché Fiorello viene la prima sera e poi se ne va, perché sa che non arrivo a giovedì». Non andrà nemmeno all’Eurovision, «me lo guarderò da casa», così come salterà il derby Milan-Inter sabato alle 18.

«Ho più ansia per il derby che di Sanremo», confessa Amadeus, cui Zlatan Ibrahimovic ha inviato un video «perché dispiaciuto per non essere riuscito ad arrivare».

logo cool in milan
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: