fbpx

La Ferrari di Clint Eastwood in mostra alla Milano AutoClassica

La Ferrari di Clint Eastwood in mostra alla Milano AutoClassica

ferrari di clint eastwood

Arriva alla Milano AutoClassica la Ferrari di Clint Eastwood!
Per 3 giorni si potrà ammirare in tutta la sua bellezza ed eleganza.
Continua a leggere per avere più informazioni.

La Ferrari di Clint Eastwood: da Hollywood a Milano

È lei la vera star! Non poteva essere festeggiato in altro modo il 75° anniversario del marchio Ferrari.
Da venerdì 18 a domenica 20 novembre presso Milano Rho Fiera, si potrà ammirare la Ferrari 275 GBT (Gran Turismo Berlinetta), appartenuta all’attore hollywoodiano Clint Eastwood.

Una “punta di diamante”, come viene definita dalla rassegna ASI intitolata “Cavallini da sogno”.
La raccolta riunisce le più iconiche Gran Turismo della Ferrari a 12 cilindri e questo gioiellino rappresenta uno dei cavalli di battaglia dell’azienda automobilistica italiana.

Alcune curiosità sulla 275 GBT

Acquistata in precedenza dal produttore cinematografico Dino De Laurentis nel lontano 1966 per l’attore per eccellenza dei western all’italiana, la 275 GBT deriva dalla 250 GTO.

Nata come auto da corsa, la Gran Turismo Berlinetta venne lanciata al Salone di Parigi nel 1964.
Firmata Pininfarina, attiva nel settore delle carrozzerie per automobili, l’azienda cessa la sua produzione nel 1968.
Negli anni ha sempre riconfermato il suo primato nei primi posti della classifica delle auto sportive d’epoca, oltre che delle più amate dagli appassionati di automobili.

Il colore originale “Grigio Notte” venne sostituito con l’attuale verde scuro, rendendola ancora più fine ed elegante.
Una personalizzazione che l’attore Clint Eastwood volle apportare, grazie alla collaborazione di George Barris, specialista e uno dei più competenti costumizzatori delle star a HollyWood.

Ferrari di Clint Eastwood
Ferrari di Clint Eastwood

Milano AutoClassica, opere d’arte a motore

Oltre alla 275 GTB appartenuta a Clint Eastwood si possono ammirare la 250 GTE del 1953, la 250 GT del 1963, la 330 GT del 1967, la 365 GTB/4 “Daytona” del 1970, la 456 GT del 1994 e la 575 del 2002.
Tutte con il motore anteriore a 12 cilindri.

Per chi se ne intende di auto e motori, questa è una bella occasione per fare un giro nel passato e rifarsi gli occhi, come ha affermato Enzo Ferrari, fondatore dell’omonima casa automobilistica:

“Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere”

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: