fbpx

Il nuovo biglietto ATM della metro che costerà meno di €2

Il nuovo biglietto ATM della metro che costerà meno di €2

biglietto atm

Con il prezzo della benzina che aumenta, a Milano è stata fatta la proposta di introdurre un biglietto breve per la rete milanese dei trasporti ATM.

Adesso più che mai la città di Milano deve unire le forze e cercare soluzioni il più ecologiche possibile per gli spostamenti. L’aumento del prezzo della benzina causa notevoli disagi a chiunque, e per questo motivo tornare a prendere la metro deve essere una soluzione valida.

La storia del biglietto breve

In realtà questa nuova tipologia di biglietto venne introdotta qualche anno fa in tempi Pre-Covid. Carlo Monguzzi, presidente della commissione comunale Mobilità e storico esponente degli ecologisti milanesi propose questa nuova tipologia di biglietto. Lo scopo era molto semplice: il biglietto breve serviva solo per quelle persone che dovevano fare poche fermate ed ai quali non conveniva fare un abbonamento. Proprio per questo motivo, il biglietto prevede un costo inferiore ai soliti 2€, che invece è la cifra base per viaggiare un’ora e mezzo nell’area metropolitana milanese.

Nel 2020 ovviamente la proposta è stata rinviata a data da destinarsi. Tuttavia, nell’aprile del 2021 il Comune decise di non citarlo nel bilancio di previsione Atm, vista la difficoltà dell’azienda causa virus riguardante la riduzione della capienza dei mezzi per il distanziamento.

biglietto atm
Biglietto atm

Il nuovo biglietto ATM

Carlo Monguzzi adesso vuole riprovare con un nuovo tentativo, vista la situazione pandemica quasi alla fine e la nuova crisi riguardante la benzina:

“Adesso è una necessità, perché dobbiamo pensare alle agevolazioni per i cittadini, soprattutto quelli meno privilegiati, che scelgono di lasciare la macchina a casa per risparmiare sul carburante, ormai alle stelle.  Il trasporto locale deve essere comodo e diventare conveniente per chi lo userebbe per brevi spostamenti.”

Purtroppo però sembra non esserci molta considerazione, infatti Carlo Monguzzi ha aggiunto:

«I tempi ora sono maturi. Ci fu promesso solennemente, ci fu il sì del consiglio, che ha valore di “legge”. È scritto nei documenti, ma ancora nulla è stato fatto», osserva il presidente della commissione Mobilità. Parla di «distanza siderale tra promesse e fatti». «Vogliamo la mitica città in cui tutto si fa a quindici minuti di distanza, e non facciamo il biglietto breve che andrebbe a fagiolo?». Ecco quindi la proposta: «Èun impegno che è stato preso e va mantenuto. Sperimentiamolo e valutiamo. Piace certamente ai cittadini»

Voi sareste contenti se fosse introdotto questo biglietto breve?

logo cool in milan
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: