JR arriva con l’Inside Out Project a Milano: “Ora tocca a voi”

JR arriva con l’Inside Out Project a Milano: “Ora tocca a voi”

inside out jr milano

A Milano, il Museo del Novecento sta per essere decorato con le fotografie di JR per il progetto “Inside Out”.
Oltre mille volti in bianco e nero che saranno visibili dal 31 gennaio al 14 febbraio 2023.

Leggete l’articolo completo per saperne di più.


Inside Out, JR a Milano

La scritta per il progetto “Inside Out” di JR a Milano recita:

Noi abbiamo fatto il Novecento. C’è un nuovo secolo da scrivere. Ora tocca a voi

Dal 31 gennaio al 14 ferraio 2023, questo è il messaggio che l’artista insieme ai suoi collaboratori vuole mandare alla nuova generazione e che sarà esposta al Museo del Novecento in Piazza Duomo.

Il motivo? Sta tornando a farci visita l’artista francese JR, celebre per le sue opere d’arte pubblica monumentali, realizzate con il collage fotografico, con cui da voce ad emarginati, deboli e vittime di violenza e disparità.

Il progetto si intitola “Time Out Project” ed è la più grande iniziativa di arte partecipata al mondo, tanto che dal 2011 ha prodotto mezzo milione di ritratti il 148 paesi, coinvolgendo anche migliaia di attivisti.

Si tratta di una bellissima proposta umanitaria che mira ad aiutare le comunità di tutto il mondo per difendere i loro credo.
Inoltre, la piattaforma si batte anche per migliorare le condizioni climatiche a livello locale che, di giorno in giorno, stanno diventando sempre più protagoniste del dibattito pubblico.

inside out jr milano
JR

Come sarà composta l’opera e il significato

JR ha realizzato quest’opera nello spazio di 700 metri quadrati che circonda il Museo del Novecento.

I maxi ritratti verranno esposti su piazza Duomo affissi su uno sfondo a pois unito a delle impalcature ricoperte da teli in Pvc microforato.
L’essenza del progetto sta nei volti che questi ritraggono: anziani che ridono, guardano, ammiccano e sembrano discutere o prendere in giro i passanti.

Inoltre, sono stati coinvolti gli anziani di 40 Rsa d’Italia per sostenere un altro progetto, “Ciao!”, avviato dalla Fondazione Amplifon per contrastare l’isolamento degli anziani.

Come? Un sistema di schermi interattivi permette loro di interagire, partecipare a un corso di yoga, a un concerto o a uno spettacolo teatrale.

Come spiega il presidente della onlus, Susan Carol Holland:

Gli anziani sono un patrimonio della nostra società e questa iniziativa, attraverso la bellezza dell’arte, offre alla città e al Paese il loro sguardo affinché possa essere di ispirazione per tutte le generazioni

Se riflettiamo un po’, anche i giovani sono stati vittima di un duro isolamento e sono proprio loro ad aver contribuito con questi scatti al progetto.
In questo modo, ci ricordano che nonostante il divario generazionale, quando si tratta di solitudine nessuno può scappare.

Infatti, l’artista ha coinvolto per sei mesi gli studenti del corso di fotografia dell’Accademia di Brera che si sono recati, in seguito, in circa 150 case di riposo per scattare le foto protagoniste del progetto della Fondazione Amplifon.

Poi ovviamente, è stato JR ad aver rielaborato le riproduzioni.

Tra i volti rappresentati, troviamo quelli di anziani con sindrome di Down, dell’associazione ViviDown e quelli dei frequentatori della Comunità di Sant’Egidio.
Con un’attenzione particolare agli anziani ucraini rifugiati e accolti dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite.

A voi piace quest’iniziativa?

inside out jr milano

Scopri le nostre Guide

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: