fbpx

Milano grande dedalo azzurro: +200% di strisce blu in soli 10 anni

Insieme alla mobilità sostenibile, crescono i parcheggi a strisce blu a Milano, passati da 35mila a 106mila. Il tutto a discapito dei posteggi gratuiti.

 

“Tu non puoi sostare!”… A meno che non sganci

Milano è l’Inferno delle auto. Con l’estensione delle piste ciclabili, la proliferazione dei monopattini elettrici e la presenza delle zone ZTL, le strade meneghine si stanno rivelando sempre meno ospitali verso gli automobilisti. Categoria già gravata dai salati prezzi della benzina, senza contare le spese obbligate delle famiglie milanesi (e italiane in generale).

A mettere ulteriormente il “bastone tra le ruote” – mai espressione è stata più azzeccata di questa – ci sta pensando la politica espansionistica delle aree a pagamento decisa dall’amministrazione comunale. Con interventi che avrebbero coinvolto nel corso degli ultimi 10 anni ogni vicolo della metropoli meneghina, dal centro alla periferia.

“Dal 2011 […] al 2021, a Milano, i parcheggi a strisce blue sono passati da 35.213 a 106.206: un incremento di oltre il 200%”.

Dati preoccupanti verificati dall’assessore alla Mobilità del Comune di Milano su esortazione della consigliera Silvia Sardone, che troverebbero giustificazione nella riduzione della mobilità privata in favore di emissioni di C02 più esigue.

E mentre il miglioramento della qualità dell’aria viene messo in dubbio, oltre alla reale efficacia dei parcheggi a lunga sosta, è certo invece che il numero attuale degli stalli soggetti a tariffa pesa anche sul trasporto pubblico.

“A subire i maggiori aumenti di stalli a pagamento, infatti, sono state la cerchia filoviaria (da 21.625 a 31.284) e quella extra-filoviaria dove addirittura si è passati da 5.408 parcheggi blu a 68.077”.

Di questo passo, i parcheggi gratuiti e le loro strisce bianche saranno solo un lontano ricordo.

 

Strisce blu Milano: quando non si paga

Particolari eccezioni al pagamento del posteggio all’interno delle temute strisce blu sono riservate a:

  • I veicoli di residenti ed equiparati (solo se indicato esplicitamente dalla segnaletica verticale);
  • I veicoli muniti di contrassegno per invalidi;
  • I veicoli per i quali sono previste deroghe particolari, muniti di apposito contrassegno;
  • Auto elettriche e ibride con emissioni di CO2 inferiori a 50 g/km in possesso del pass per sostare nelle strisce gialle e nelle strisce blu;
  • I veicoli delle Forze dell’ordine.
logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: