Nuovi tram a Milano: ecco come sono

Sono arrivati i Tramlink, i nuovi tram di Milano.
Scoprite con noi tutte le caratteristiche dei moderni veicoli.

I nuovi tram di Milano

Quando si pensa a Milano, automaticamente si pensa ai tram, iconici mezzi di trasporto che popolano le vie della nostra città da ormai moltissimi anni.

Essi, fornendo un ausilio utile a tutti i cittadini e rendendo il capoluogo lombardo una delle città più comode dal punto di vista dei trasporti, sono anche e soprattutto dei simboli caratteristici di Milano.
Tuttavia, i tram di cui vi parliamo oggi, chiamati Tramlink, non somigliano per niente ai classici veicoli con i sedili in legno che trovate sulle vecchie cartoline milanesi.

Al contrario, stiamo parlando di mezzi tecnologici e moderni che, svelati da Atm e Stadler Valencia già in occasione dell’Expo Ferroviaria 2021, entreranno effettivamente in circolazione soltanto dalla primavera del 2023.

Sarà infatti Stadler Valencia a fornire gli 80 mezzi moderni alla nostra città, impiegandone 50 per i servizi urbani e 30 per quelli suburbani.

tramlink

Come sono i nuovi tram di Milano

Toglietevi dunque dalla mente l’immagine dei vecchi tram, perché quelli di cui stiamo parlando sono veicoli tecnologicamente all’avanguardia, dotati di moderni sistemi di infomobilità e di videosorveglianza.

La lunghezza dei veicoli è di 25 metri, e la disponibilità di posti a sedere è di 66.
Grazie a sistemi moderni, inoltre, essi consentono una migliore gestione delle curve e soprattutto  una riduzione delle emissioni acustiche, garantendo in tal modo un’esperienza di viaggio molto più confortevole rispetto a quella attuale.

Non mancheranno poi dei monitor che mostrano le varie fermate, il percorso generale e le informazioni riguardanti lo stato di mobilità della città.

La parola chiave, però, pare essere sicurezza: infatti, sui nuovi mezzi saranno presenti telecamere interne collegate alla centrale Security di Atm, così da garantire controllo continuo e rendere i passeggeri più tranquilli.

Tramlink, ovviamente, si basa anche sull’accessibilità e infatti è dotato di pianale ribassato, per rendere più agevoli la salita e la discesa a tutti i passeggeri con disabilità motoria.

Essi, dunque, prenderanno progressivamente il posto dei tram più datati, senza però eliminare dalla circolazione le 125 Carrelli, le sopracitate icone milanesi che continueranno a rendere bellissime le nostre strade.

Voi cosa ne pensate?

Scopri le nostre Guide

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: