fbpx

Pride Week Milano: tutti gli appuntamenti con la cultura e un podcast dedicato

Libri, video e uno spettacolo teatrale. In occasione della Pride Week, tanti gli appuntamenti con la cultura nelle biblioteche di Milano. E un podcast dedicato.

 

Perché il Pride non è (solo) un carnevale

Anche quest’anno Milano si tinge di arcobaleno con il mese dell’orgoglio lgbt+ – acronimo che sta per Lesbiche Gay Bisessuali Trans(sessuali) -, per celebrare la forza e la determinazione della sua comunità, che culminerà con la parata finale del 2 luglio in cui la libertà e l’allegria sfileranno per la città.

Ma il Gay Pride non è solo un’accozzaglia di colori, vestiti esagerati e sfrenato divertimento fine a sé stesso (un carnevale, in pratica). Significa anche eventi e iniziative culturali volti alla sensibilizzazione circa i diritti e il rispetto dell’altr* in quanto tale, in qualunque forma si identifichi.

Quest’anno le biblioteche comunali dimostrano il loro sostegno alla manifestazione allestendo le loro vetrine con la letteratura lgbtqia+, e per estensione i diritti, aderendo così alla Pride Week.

Gli stessi volumi, che insieme a saggi, romanzi, fumetti e dvd sono stati messi in risalto nella homepage del portale milano.biblioteche.it, per favorire il word-of-mouth (il passaparola).

 

Biblioteche Milano: da dove si riparte coi diritti

Il sostegno delle biblioteche non si esaurisce qui: questi luoghi diventeranno teatro per discussioni e incontri a partire da oggi, lunedì 27 giugno. Agedo (Associazione Genitori di Omosessuali) sarà difatti ospite presso la biblioteca Vigentina per la proiezione del video “Amoredimmelo”, una guida per affrontare il coming out di amici e/o parenti. L’evento è in collaborazione con la biblioteca di Calvairate.

Si prosegue con la lettura del romanzo “Ragazzi di vita” di Pier Paolo Pasolini, in presenza martedì 28 giugno alle 16:00 nella biblioteca Oglio, e online giovedì 30 giugno alle 20:30. Un libro dalla tematica e dal linguaggio rivoluzionari, fino ad allora censurati dalla sensibilità dell’epoca. L’evento è realizzato i partnership con la Casa della Memoria.

“L’eterosessualità impensata. Quanto insegnano le minoranze” è il titolo che verrà invece presentato il mercoledì 29 giugno alle 17:75 nella biblioteca Sicilia. Solo successivamente verrà discusso in presenza della stessa autrice del libro Barbara Mapelli giovedì 30 giugno alle 17:30, alla Casa dei Diritti (via Edmondo De Amicis, 10). Il tutto in un dialogo con Alessandra Ghimenti (Libera Università delle donne) ed Ermanno Porro (associazione Maschile Plurale).

La Casa dei Diritti si è riproposta per ospitare un nuovo appuntamento, fissato per mercoledì 6 luglio alle 18:00: quello con l’autrice Cristina Obber, la quale presenterà il suo libro “L’altra parte di me”. Nella stessa serata, altre due presentazioni: quella dello spettacolo teatrale tratto dall’opera di Obber a cura di Daniele Camiciotti insieme con Agedo, e del libro “Speciale Elsa” di Roberta Marasco, sull’amore omosessuale tra adolescenti.

 

Un podcast dedicato per rimanere al passo coi diritti… E con i trend

Per stare al passo con i nuovi trend e la tecnologia, Milano è memoria ha lanciato anche un podcast dal nome “I pionieri delle unioni civili”. Il titolo offre già un’anticipazione del suo contenuto: le prime unioni civili in Italia – avvenute nel 1992 – tra Gianni Delle Foglie e Ivan Dragoni, celebrate allora dalla voce narrante del podcast, Paolo Hutter.

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
Condividi articolo
Scarica l' App
CoolinMilan
Non perderti le NEWS più Cool in Milan
Categorie

VEDI ANCHE: