fbpx

Open 336: primo palazzo Net Carbon Zero a Milano che respira

Open 336: primo palazzo Net Carbon Zero a Milano che respira

Primo Palazzo Net Carbon Zero

A Milano, in zona Bicocca, è stato inaugurato il nuovo palazzo ecologico “Net Carbon Zero”, il primo e unico edificio che si comporta come un albero!

Continuate a leggere per sapere di cosa si tratta.

Il futuro è green

È evidente a tutti come nell’ultimo periodo gli effetti del riscaldamento globale stiano cambiando, piano piano, le nostre abitudini.
Tra mostre e mercatini di Natale incentrati sull’ecologico e sulla salvaguardia dell’ambiente, Milano si sta preparando per accogliere e sostenere quest’iniziativa, per contrastare il cambiamento climatico.

Oltre ad investire nelle energie rinnovabili, come quella solare ed eolica, si fa spazio in questo campo il “net zero“, ovvero zero emissioni di carbonio.

A tal proposito, con questo termine si fa riferimento a quell’equilibrio tra la quantità di gas serra prodotta dalle attività umane e quella rimossa dall’atmosfera.
Questo significa che bisogna bilanciare le emissioni rimaste e considerate inevitabili con un assorbimento equivalente.

Open 336: il primo palazzo “Net Carbon Zero”

Si chiama Open 336 il nuovissimo palazzo “Net Carbon Zero” che si comporta come un albero.
L’edificio è composto da 5 piani più due piani interrati, adibiti a parcheggio.

Progettata dallo studio di architettura Park Associati, la novità ecologica verrà utilizzata dalla società di investimento americana Barings Real Estate per i suoi uffici.

Un’altra bellissima e straordinaria dimostrazione di come, con la tecnologia innovativa, si possano raggiungere risultati inaspettati.

Come funziona?
L’edificio è dotato di un sistema di filtrazione Eco2Air, realizzato con materiale organico e biodegradabile, come i fondi del caffè, e che possiede un potere di filtrazione di circa otto volte superiore a quello naturale.

Il palazzo cattura gran parte dell’anidride carbonica presente all’esterno, filtrandola e purificandola.
In seguito, la “rinata” Co2 viene riutilizzata in altri processi, seguendo un’economia circolare tutta incentrata sul riuso e sul ridurre lo spreco, oltre che sul migliorare la qualità dell’aria.

Il filtro dura circa 600 ore e, in seguito, può essere svuotato dall’anidride carbonica accumulata e riutilizzato per i successivi sette anni.

In questo modo, immettendo aria più pulita e ricca di ossigeno, sia il palazzo che gli stessi mobili riescono a respirare come un albero!

Primo Palazzo Net Carbon Zero
Primo Palazzo Net Carbon Zero

Come si suol dire, un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità e, soprattutto in quest’occasione, per l’ambiente.

E voi, cosa ne pensate?

logo cool in milan
Approfondisci
Condividi articolo
CoolinMilan
Iscriviti alla nostra Newsletter
Scarica l' App

VEDI ANCHE: